Dom. Lug 3rd, 2022

Stagione estiva nuova e incendi nuovi. In vari ambiti del territorio continuano a divampare piccoli o grandi focolai che minacciano, pericolosamente, il territorio, aumentando il fenomeno della desertificazione. Un fenomeno che, fra un po’ di anni, comporterà problemi seri di sussistenza. Secondo il medico Franco Napoli, presidente dell’associazione Benessere, per invertire, urgentemente, la tendenza, bisogna divulgare dei programmi di sensibilizzazione, attraverso gli enti preposti sul territorio, a partire dai Ceda dell’Arsac, che da anni promuovono la cultura del rispetto dell’ecosistema, anche nelle scuole. Secondo il dr. Napoli non si può e non si deve rimanere inerti ed è anche necessario intensificare i controlli, per ovviare a quelle sgradevoli situazioni di incuria e negligenza, che causano disastri. Effettivamente, si notano vaste aree del comprensorio, anche all’interno degli insediamenti urbani, invase da infestanti, arbusti e sterpaglie che equivalgono a una polveriera pronta ad esplodere. Molti Comuni dovrebbero realizzare, urgentemente, delle fasce parafuoco, per ovviare a disastri annunciati.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI