Sab. Dic 4th, 2021

Così il presidente della Giunta regionale si rivolge ai datori di lavoro e alle organizzazioni sindacali della Calabria

«Ai lavoratori calabresi sia concesso il diritto di festeggiare come si deve il Ferragosto, dedicando questa giornata sacra alla famiglia e al meritato riposo, dopo mesi e mesi di sacrifici e limitazioni». È l’appello che il presidente della Giunta regionale, Nino Spirlì, rivolge ai datori di lavoro e alle organizzazioni sindacali della Calabria.

«Veniamo da un anno e mezzo di grandi sofferenze, di ansie e preoccupazioni alimentate da tante emergenze, sulle quali signoreggia quella legata alla pandemia di Covid-19. Abbiamo attraversato – afferma ancora Spirlì – un periodo tremendo, che ha messo a dura prova, allo stesso modo, esistenze singole e apparati statali, realtà sanitarie all’avanguardia e altre stremate da decenni di ruberie e cecità istituzionale, economie floride e sistemi strutturalmente già compromessi. In questa temperie, l’Italia e la Calabria hanno potuto contare sull’apporto delle loro classi lavoratrici, le quali, nelle condizioni più disparate e malgrado le terribili fasi di lockdown, sono riuscite a dare il loro decisivo contributo per la ripartenza della nostra economia e, più in generale, della nostra vita sociale».

«Dare alle persone la possibilità di celebrare appieno il Ferragosto – conclude Spirlì – avrebbe il valore di un meritato riconoscimento nei confronti di chi ha dedicato e sacrificato al lavoro tutti gli altri giorni dell’anno».

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.