Gio. Mag 19th, 2022

di Raffaella Silvestro

        

Siglata la convenzione tra Open Fiber ed il Comune di Rende

per la fibra superveloce nella cittadina

calabrese.

La società investirà 4 milioni di euro per cablare 12mila tra

case e uffici, con 7 mila chilometri di cavi.Lo annuncia la

società in una nota.

“La realizzazione e lo sviluppo di una moderna rete di

comunicazione – ha dichiarato il sindaco Marcello Manna –

rappresenta un obiettivo strategico fondamentale per la crescita

del nostro territorio, consentendo ai cittadini, alle imprese e

alle amministrazioni di accedere con più agilità a quei servizi

e contenuti che sono trasmessi attraverso le reti, nonché di

ridurre il digital divide, ossia il divario esistente tra chi ha

accesso a internet e chi invece ne è escluso”.

A suggellare l’accordo il sindaco Marcello Manna e l’assessore

Lisa Sorrentino insieme agli esponenti di Open Fiber Gianfranco

Guerrera (regional manager Calabria), Dorotea Lo Greco (Affari

istituzionali area Sud) e Marco Vigliatore (field manager e

responsabile e dell’intervento in città).

“Il 20% del Recovery, pari a circa 40 miliardi, dovrebbe andare

ai progetti di digitalizzazione. Le amministrazioni del sud più

di quelle del nord sono penalizzate anche da forti carenze

strutturali. L ‘auspicio è ovviamente che internet possa

configurarsi come “bene comune” giuridicamente riconosciuto e

come precondizione per dirimere il divario digitale”, ha

affermato l’assessora Lisa Sorrentino.

“Una rete a banda ultralarga interamente in fibra ottica – ha

evidenziato Dorotea Lo Greco, Affari istituzionali area Sud di

Open Fiber – permette di abilitare servizi che vanno a beneficio

dell’intera collettività: smart working, telemedicina,

educazione a distanza, Industria 4.0, domotica e tanto altro

ancora da inventare”.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI