Lun. Mag 23rd, 2022

La Reggina di mister Aglietti, è pronta ad ospitare al Granillo la matricola Ternana. Gli amaranto dopo il buon pareggio all’esordio ottenuto con il Monza, vogliono centrare il primo successo stagionale contro le Fere.

Una Reggina che ha ormai acquisito una sua identità, anche se ci saranno delle novità in questi ultimi giorni di mercato sia in entrata che in uscita. In attesa di scoprire quale potrà essere l’undici titolare di Alfredo Aglietti, questa Reggina dà l’idea di essere una squadra che quando scende in campo sa cosa vuole. Vedremo se sarà impiegato dal primo minuto l’attaccante bulgaro, Andrej Galabinov, sul quale i tifosi ripongono speranza e fiducia per risolvere il problema del goal. Nel turno precedente con i briazoli, gli amaranto hanno prodotto una notevole mole di gioco che però non è stata finalizzata a dovere. Domani sera al Granillo, su un manto erboso che dovrebbe essere migliore rispetto a quello visto domenica scorsa, c’è tanta voglia di regalare il primo sorriso al pubblico presente sugli spalti.

La Ternana guidata da Cristiano Lucarelli, è una squadra ben attrezzata con tanta qualità, specie nel reparto avanzato. Gli umbri dopo l’exploit in Coppa Italia, che li ha visti eliminare il Bologna, sono determinati a riscattare il ko interno rimediato all’esordio con il Brescia.

Il match di domani sarà tutta un’altra storia, tra due formazioni che prediligono un calcio propositivo senza mai risparmiarsi. Un eventuale successo, consentirebbe a Crisetig e compagni di arrivare alla sosta con la giusta serenità, utile per poi ripartire in vista del derby in casa del Crotone. Sicuramente ci sono tutti i presupposti per assistere ad una gara piacevole e combattuta, che può essere decisa dai dettagli o da chi sfrutterà al meglio i cambi a disposizione. Reggio e la Reggina sono pronti, tutto il popolo amaranto vuole lottare per conquistare questa prima vittoria.

Vi riportiamo in seguito le dichiarazioni rilasciate dal tecnico amaranto Alfredo Aglietti, il quale analizza il match di domani sera al Granillo.

Il momento: “Il mercato dentro l’inizio della stagione è ormai una consuetudine, allenatori e calciatori sono abituati a questo, io conto sulla professionalità dei miei giocatori. Il gruppo cresce, c’è da migliorare ancora, si gioca un calcio diverso rispetto alla passata stagione, ma per farlo ci vuole un pò di tempo“.

La formazione: “Qualcuno dei nuovi dall’inizio? Vediamo, c’è chi ancora deve crescere sul piano della condizione e per migliorarla oltre all’allenamento, ci vuole anche la partita. Sia il sottoscritto che Lucarelli si pratica un calcio offensivo, lo scorso anno la Ternana ha stravinto il campionato con record di punti e tanti gol, anche se la serie B è diversa“.

La Ternana: “Mi aspetto una Ternana che a prescindere dalla sconfitta con il Brescia, molto aggressiva. Hanno creato due opportunità importanti sul risultato di parità, la mentalità è quella che si trascinano dallo scorso anno. Stesso discorso vale per noi, allo stesso tempo la gara va giocata con grande intelligenza. Vedremo come giocarcela se con un pò di qualità in più. I cambi mi consentono di di iniziare in un modo e finire in un altro. Dal mercato arrivano due giovani interessanti come Amione e Cortinovis. Può succedere che un giocatore scenda in campo e poi venga ceduto, ci sono diversi esempi in questo senso. Certo meglio affidarsi a chi sei sicuro rimanga“.

Rocco Calandruccio

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI