Gio. Ago 18th, 2022

“Salvini falsifica realtà e racconta un suo mondo dei sogni”

“Salvini dice che la sinistra ha dimenticato la Calabria? Come al solito falsifica la realtà e racconta un suo mondo dei sogni. In Calabria governa la Lega e la destra e i risultati fallimentari sono sotto gli occhi di tutti. La loro responsabilità nel ritardo delle vaccinazioni, che relegano la Calabria a fanalino di coda tra le regioni italiane, è la diretta conseguenza delle posizioni dei partiti di destra che giustificano no vax e scettici”. Così Francesco Boccia, deputato del Pd e responsabile Enti locali della segreteria nazionale del partito, intervenendo a Cosenza alla presentazione dei candidati al Consiglio comunale a sostegno del candidato sindaco Franz Caruso. “Il Partito Democratico – ha aggiunto Boccia – ha sempre lavorato per la coesione e per l’unità della Calabria per l’emergenza sanitaria ed economica in tutti i momenti drammatici dell’ultimo anno e mezzo. Ma da Salvini e dalla destra è arrivata solo propaganda. La stessa che alimenta de Magistris. Questi candidati pensano di prendere consenso solo alimentando conflitti e rabbia. Amalia Bruni ha raccolto questa sfida: portare i calabresi perbene alla guida della Regione, che vogliamo far diventare più equa, giusta e sicura. La terra dei diritti e del lavoro. Diritti che a Cosenza sono stati negati per anni. Vergognosa è la condizione idrica della città e la gestione dei rifiuti. E Salvini ha anche il coraggio di parlare di un voto alla destra in Calabria? Questa regione continua ad essere ultima nelle vaccinazioni contro il Covid-19. Chiedetevi il perché. E su questo i responsabili non possono scaricare le responsabilità su nessuno se non sulla propria incapacità. Franz Caruso sindaco a Cosenza e Amalia Bruni presidente della Regione sono l’unica speranza per battere le destre arroganti che si detestano ma stanno insieme. Il voto ad Amalia Bruni, candidata alla Presidenza della Regione, è un voto sul futuro della Calabria, che può permettere ai calabresi di chiudere con il passato, di archiviare la destra che in Calabria ha solo fatto i propri interessi senza mai dare una prospettiva ai cittadini calabresi. Non esistono alternative, o si sta con Amalia Bruni per costruire insieme un nuovo futuro per la Calabria, a partire dalla sanità, o si sta con la destra più becera”.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI