Mar. Giu 28th, 2022
Featured Video Play Icon

Si è conclusa con il comizio di oggi pomeriggio in Piazza Duomo di Reggio Calabria la campagna elettorale di Roberto Occhiuto. In visita nella città dello Stretto, a sostegno del candidato governatore per il Centro/Destra, presente il ministro della Semplificazione e la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta. Per l’occasione sono intervenuti anche il coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani, il responsabile per il Sud Francesco Cannizzaro, il coordinatore regionale Giuseppe Mangialavori. Prima dell’iniziale presentazione dei candidati al Consiglio regionale delle liste Forza Italia e Forza Azzurri, i rappresentanti forzisti si sono concessi alle domande dei giornalisti presenti. “Dalle elezioni mi attendo la Calabria di Roberto Occhiuto – ha esordito Tajani – . La Calabria non assistita, che cresce attraverso il turismo, l’agricoltura, le imprese, le infrastrutture. Una Calabria che alza la testa, che non è soltanto sottomessa, né al Sud, né a Roma, ma che sa utilizzare nel modo migliore tutte le opportunità che ha. La Calabria merita molto di più. Il Sud merita lavoro. Ecco perché continuiamo a dire che bisogna abbattere il cuneo fiscale. Mettere le imprese, anche quelle calabresi, nelle condizioni di crescere. Creare occupazione e risolvere il problema della disoccupazione giovanile, in Calabria ed in tutto il Sud”.

“Nel Governo c’è stato un cambio di passo. Noi siamo assolutamente favorevoli affinché ci sia un sostegno per il Sud, tant’è che grazie alla nostra presenza nel Governo, siamo riusciti a far passare dal 30 al 40% la frazione di risorse del PNRR destinate al Sud”, ha proseguito Antonio Tajani. “Questo – ha aggiunto – è avvenuto grazie ai ministri di Forza Italia. Un risultato concreto. Siamo assolutamente convinti che per il Sud si deve fare ancora di più. Noi continueremo a batterci, perché ci sia il ponte sullo Stretto, perché Reggio possa essere una città non più isolata, possa essere un passaggio verso la Sicilia. Il ponte sullo Stretto significa l’alta velocità, significa incremento delle presenze turistiche, crescita economica di questa città e dell’intera Calabria”. “Il Sud – ha concluso – deve alzare la testa. Il problema è aiutare le imprese, chi lavora. Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti dal Governo per quanto riguarda anche la decisione di prorogare il bonus edilizio al 110%. Significa aiutare l’industria dell’edilizia. E va bene quanto ha detto il Presidente del Consiglio Mario Draghi, che non ci saranno aumenti delle tasse: è la nostra ragione di stare al Governo”.

“Stiamo bandendo centinaia di migliaia di posti di lavoro per rinnovare la pubblica amministrazione in tutto i Paese. La Calabria ha bisogno di giovani nella burocrazia, di efficienza, della qualità dei migliori. Basta precariato, non voglio più sentire questa parola, è offensiva. Mi sono impegnato di risolverlo in questa regione come in tutta Italia. Abbiamo bisogno di gente orgogliosa di lavorare per lo Stato, per le pubbliche amministrazioni, perché deve fornire dei servizi alle famiglie, alle imprese”. Così invece il Ministro Renato Brunetta, intervenendo al comizio elettorale a sostegno di Roberto Occhiuto candidato governatore per la coalizione di centrodestra. “Sono venuto a testimoniare che il lavoro pubblico deve essere un catalizzatore dello sviluppo – ha aggiunto – svilupperemo la Calabria se partiamo dal lavoro pubblico che aiuta quello privato a fare di questa regione l’Irlanda d’Europa che da ultimo Stato d’Europa è diventato uno dei primi”“Questa regione ha una prospettiva di crescita straordinaria, con dei potenziali inespressi, e dobbiamo farli esprimere – ha concluso Brunetta – soprattutto attraverso l’investimento nel capitale umano pubblico che aiuti il capitale umano privato, le imprese, le famiglie a crescere. Fin quando durerà questo Governo? Secondo me fino al 2027”.

STRETTOWEB

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI