Ven. Ago 19th, 2022

E’ stata denominata “Easy Voucher” l’operazione che ha portato i carabinieri di Gioia Tauro a denunciare alla Procura di Palmi 107 cittadini, 94 italiani e 13 stranieri, per i reati di falso ideologico commesso da privato in atto pubblico e tentata truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. In questo caso, il reato si riferisce a richieste non spettanti di sussidi economici di buoni spesa Covid-19. Le indagini, condotte nell’ambito dell’operazione sopracitata, hanno messo in luce diverse irregolarità. In particolare, dagli accertamenti eseguiti sui soggetti richiedenti il sussidio, sono emerse delle difformità sull’indicazione della reale residenza e sui componenti il nucleo familiare. Stando a quanto dichiarato su una nota stampa dei carabinieri, Le indagini “hanno permesso di appurare, attraverso un’attenta attività di analisi documentale in relazione a 410 istanze presentate e degli allegati stati certificativi, in riscontro anche ad un esame incrociato tra le verifiche sul territorio e gli accertamenti info-investigativi, numerose irregolarità nelle procedure di attestazione e l’assenza del possesso dei requisiti previsti”.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI