Mer. Ott 27th, 2021
Featured Video Play Icon

Da Caulonia e Monasterace direttamente, da Palizzi e Bianco con pre-triage a Locri

L’ospedale di Locri non è un Centro Covid attrezzato e il Gom di Reggio Calabria ha grandi difficoltà ad accogliere tutti i pazienti della provincia che manifestano una sintomatologia ascrivibile al Covid-19 .Da qui la necessità di razionalizzare i ricoveri in strutture adeguate senza generare “ingorghi”. Per questo, i pazienti della Locride affetti da Covid-19 devono essere trasferiti in uno dei due ospedali di Catanzaro, l’unità operativa di Malattie infettive dell’Azienda ospedaliera “Pugliese Ciaccio”, o quella del “Mater Domini”.

È quanto stabilito dalla disposizione di servizio numero 46777 dello scorso 6 settembre diramata dalla direzione sanitaria dell’Asp di Reggio Calabria e inviata alla Centrale operativa Suem 118 e per conoscenza al Gom di Reggio Calabria e ai dirigenti dell’Azienda sanitaria catanzarese. Una disposizione determinata in attesa «dell’apertura dell’Unità operativa Covid-19 presso un presidio ospedaliero generale dell’Asp reggina», in cui viene specificato che i pazienti locridei residenti nella fascia jonica che va da Caulonia a Monasterace per i quali è stata inviata autoambulanza, dovranno essere inviati direttamente a una delle due unità operative catanzaresi individuate come destinazione, previo contatto telefonico tra la Centrale operativa dell’Azienda sanitaria reggina e l’ospedale catanzarese di destinazione. Mentre coloro che provengono dai territori di pertinenza delle Postazioni di emergenza territoriale di Palizzi e Bianco dovranno essere inviati al presidio ospedaliero di Locri e sottoposti al pre-triage .Qualora il tampone molecolare dovesse dare un risultato positivo, i pazienti dovranno essere trasferiti presso una delle due strutture ospedaliere catanzaresi.

fonte gazzetta del sud

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.