Mar. Giu 28th, 2022

“Amalia Bruni, candidata del centrosinistra alla presidenza della Regione, ha incontrato, nella sede del suo Comitato elettorale a Lamezia Terme, alcune associazioni che operano sul territorio con grande difficoltà”. Lo riferisce un comunicato dell’ufficio stampa della candidata. Erano presenti Antonio Mangiafave, per Progetto Itaca; Silvana Sacco, per Anteas; Nadia Donato, per Associazione Senza Nodi; Giuseppe Conocchiella, per il Forum provinciale di Vibo Valentia e Graziella Catozza per il Forum territoriale Lametino e Reventino, che rappresenta il Terzo settore.

“Ringrazio tutti per la partecipazione – ha detto Amalia Bruni nel corso dell’incontro – numerosa e appassionata. Siete indispensabili per l’assistenza a chi non può permettersi nulla. Chi lesina finanziamenti a chi come voi si prodiga quotidianamente per assistere anziani, malati ed a chi è in difficoltà, viene meno ai suoi doveri e non dovrebbe governare. Bisognerà pensare a un piano serio che coinvolga le associazioni come le vostre per trovare spazi adeguati perché possiate svolgere agevolmente le vostre attività, dotandovi dei fondi necessari per poter assistere chi è in difficoltà in un’ottica di coprogrammazione e cogestione insieme alle istituzioni. Insieme potremo costruire la Nuova Calabria e questo si può fare senza rivolgerci ad un Papa straniero. Dobbiamo affidarci a calabresi doc come me”.

Bruni incontra anche associazione che assiste donne malate di tumore

“La Calabria deve riavere una sanità che funziona per ridare dignità a tutti i cittadini, senza escludere nessuno. Non c’è miglioramento della vita dei cittadini se non cambia la situazione della sanità. Noi metteremo gli uomini giusti al posto giusto perché questo avvenga. Dobbiamo lavorare per una Calabria normale che appartenga a tutti i calabresi onesti e di buona volontà. La Calabria deve essere amministrata dai calabresi, non abbiamo bisogno di un Papa straniero e io sono una calabrese doc”. Lo ha detto Amalia Bruni, candidata alla presidenza della Regione per il centrosinistra incontrando nella sede del suo Comitato elettorale di Lamezia Terme il Movimento regionale Donne per le Donne.

“Nata da poco l’Associazione – è detto in un comunicato – si interessa di donne malate di tumore, in trattamento oncologico e si prodiga per dare sostegno e assistenza, sia per la prevenzione sia per il post operatorio. Raffaela Renne, candidata della lista Bruni ha sottolineato l’importanza dell’associazione spiegando le modalità della sua attività. Donne per le Donne, presente con esponenti di tutte le province, ha esposto i problemi che riguardano tutti coloro che sul territorio calabrese hanno problemi con la sanità a vario titolo. Le donne hanno chiesto che Amalia Bruni rappresenti, grazie alla sua esperienza, le istanze di chi spesso rimane in silenzio perché non ha raccomandazione, di chi soffre e di chi non ha la forza di alzare la voce davanti al sopruso”.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI