Sab. Ago 13th, 2022
Featured Video Play Icon

Nessun problema per tutte le altre regioni visto che nessuna presenta lo sforamento di tutti i tre parametri richiesti

Come ogni venerdì arrivano i dati del monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità sulla base dei quali la cabina di regia decide se e quali regioni devono cambiare colore. Oggi, stando ai numeri degli indicatori decisionali contenuti nella bozza del monitoraggio, solo la Calabria passa in zona gialla dove resta per un’altra settimana almeno la Sicilia. Salva invece la Sardegna che ha dati in leggero miglioramento. Nessun problema per tutte le altre regioni visto che nessuna presenta lo sforamento di tuti i tre parametri richiesti (incidenza pari o superiore a 50 casi, tasso di occupazione delle terapie intensive superiore al 10% e dei reparti ordinari Covid superiore al 15%). Intanto arrivano i dati nazionali sull’indice di trasmissibilità Rt e sull’incidenza. Quattro le regioni a rischio moderato, tutte le altre sono a rischio basso.

Come già si era capito dai dati Agenas di martedì scorso, la Calabria passa da lunedì 20 settembre in zona gialla. La regione infatti ha sforato tutti gli indicatori decisionali: l’incidenza è a 84.8, il tasso dioccupazione delle terapie intensive è a 10.7%, quello dei reparti Covid ordinari al 17,4%. Quindi il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà la relativa ordinanza. 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI