Sab. Ago 13th, 2022

Come se si accedesse più volte a una zona a traffico limitato

"Lo schema è quello dei controlli

speciali tracciati dal decreto legge 19 del 25 marzo 2020, per

il mancato rispetto delle misure di contenimento dell’epidemia

di Covid 19. In base all’articolo 4 di questo decreto, il

prefetto assicura l’esecuzione delle misure di contenimento nei

luoghi di lavoro, avvalendosi del personale ispettivo

dell’azienda sanitaria locale e dell’ Ispettorato nazionale del

lavoro, limitatamente alle sue competenze sulla salute e

sicurezza nei luoghi di lavoro”. A spiegarlo, in un’intervista a

‘Il Sole 24 Ore’, è Bruno Giordano, direttore dell’Ispettorato

nazionale del Lavoro da agosto, parlando dei controlli che

scatteranno dal 15 ottobre per il Green pass sui luoghi di

lavoro.

In merito alle sanzioni dice: “A essere sanzionato dalle nuove

norme è l’accesso senza green pass, quindi a ogni accesso

corrisponde una nuova sanzione. È come se si accedesse più volte

a una zona a traffico limitato: se si accede due volte, si è

soggetti a una doppia sanzione”.

L’Ispettorato farà un piano di controlli? “I prefetti devono

eseguire le indicazioni normative avvalendosi degli ispettori

delle Asl e degli ispettori del lavoro, pianificando i

controlli. L’Inl è già in linea con le indicazioni del ministero

dell’Interno”, risponde Giordano.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI