Mar. Mag 17th, 2022

La somministrazione dei vaccini procede a passo spedito su tutta la penisola: dal report settimanale della struttura del commissario Francesco Figliuolo si evince che nell’ultima settimana sono state iniettate 1.208.156 di dosi di vaccino anti-Covid. Il dato è in aumento di 127.657 rispetto alla settimana precedente, quando ne erano state somministrate 1.080.499. A sostegno di questo trend si colloca, naturalmente, l’entrata in vigore da oggi dell’obbligo di green pass per poter accedere a tutti i posti di lavoro. Il provvedimento vale sia per i dipendenti della pubblica amministrazione, sia per chi opera nel privato.

Nonostante la misura del governo abbia come obiettivo l’immunizzazione della stragrande maggioranza della popolazione, c’è ancora chi, del vaccino, non ne vuole proprio sapere.

Succede nel Cosentino e coinvolge proprio alcuni membri del personale sanitario, coloro che dovrebbero essere i primi a sostenere le iniziative a tutela delle persone.

L’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza ha sospeso un medico, tre infermieri e due operatori socio sanitari perché privi del green pass.

In seguito all’attuazione del provvedimento, l’Asp ha comunicato di essersi premurata di contattare tutti i dipendenti che risultano non vaccinati, invitandoli a spiegare il motivo della mancata vaccinazione. La direzione ha anche assicurato che proseguiranno i controlli su tutti i membri del personale, sia sanitario che amministrativo.

Altri sanitari dipendenti dall’Azienda ospedaliera di Cosenza, seppur privi della certificazione verde non sono stati sospesi, ma potranno accedere al posto di lavoro solo dopo aver effettuato un tampone.

Maria Antonietta Reale| redazione@telemia.it

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI