Gio. Gen 20th, 2022

Stanziati 100 milioni euro in tre anni per Fondo asilo

Cresce la rete del Sistema di

accoglienza ed integrazione (Sai), anche per ospitare gli

afghani fuggiti dal Paese finito in mano talebana. Sono stati

attivati 3mila nuovi posti grazie ad uno specifico finanziamento

del Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo. Lo

fa sapere il Viminale. La dotazione del Fondo è stata

incrementata di 11.335.320 euro per il 2021 e di 44.971.650

euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023, secondo quanto

previsto dal decreto legge 139 dell’8 ottobre scorso (il

cosiddetto decreto-capienze), ora in fase di conversione.

L’ampliamento è legato al decreto-legge 130 del 21 ottobre

2020 che, da un lato, ha reintrodotto la possibilità di accesso

al Sai da parte dei richiedenti protezione internazionale (in

precedenza cancellata dal decreto Salvini che lo limitava ai

titolari di protezione) e, dall’altro, ha ampliato le categorie

dei beneficiari, nei limiti dei posti disponibili.

Ne è conseguita, informa il ministero, “la necessità di

prevedere un numero di posti aggiuntivi tenuto conto della

situazione determinatasi in Afghanistan e per corrispondere in

maniera più efficiente alle esigenze di accoglienza dei nuclei

familiari. Ciò – sottolinea – consentirà di attivare percorsi di

integrazione attraverso la rete dei comuni, passando da una

visione emergenziale a una gestione dell’accoglienza più

ordinaria”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.