Mar. Dic 7th, 2021

Wim Wenders ha commentato la sentenza di Mimmo Lucano, l’ex sindaco di Riace, amico del regista tedesco, con cui aveva collaborato per il cortometraggio ‘Il volo’.

Come riportato da Repubblica, Wim Wenders ha commentato la sentenza a tredici anni e due mesi di carcere dell’ex sindaco di Riace, Mimmo Lucano, attraverso una dichiarazione pubblica molto dura, in cui ha perfino paragonato la sua condanna, che giudica paradossale, ad un’eventuale arresto di Papa Francesco.

Condannare Mimmo Lucano a tredici anni di prigione è tanto scandaloso quanto assurdo. È un uomo di grande umanità e un pacificatore coraggioso.” Ha spiegato il regista tedesco. “Allora si potrebbero mettere in prigione tutte le persone di buona volontà, comprese quelle che predicano compassione e fraternità. Ora sono pronto a vedere in manette Papa Francesco, non sarebbe meno ridicolo e farsesco“.

Wenders ha deciso di intervenire in sostegno di Mimmo a testimonianza del rapporto di stima e affetto che lo vede legato all’ex sindaco, con cui in passato ha lavorato sul set del cortometraggio intitolato Il volo, girato proprio a Riace nell’estate del 2009 e ultimato nel 2010.

Il volo, incentrato sulla tematica dell’accoglienza, narra la storia di Ramdullah Ahmadzaj, un ragazzino afghano. Ben Gazzara ha dato un volto al sindaco del film, ambientato nel comune calabrese di Badolato, il Prefetto è stato interpretato da Luca Zingaretti, mentre Wenders compare nel ruolo di se stesso. Nella seconda parte del film il regista racconta, in prima persona, i propri sentimenti sulla vicenda basata su avvenimenti reali.

La storia si era trasformata in una realtà cinematografica, ma le persone che recitavano per noi avevano vissuto veramente quella dolorosa esperienza. La vera utopia non è la caduta del Muro” Ha dichiarato Wim Wenders in passato. “Ma quanto sta accadendo in Calabria, Riace in testa: lì ho visto davvero un mondo migliore“.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.