Lun. Feb 26th, 2024

Il clima acceso delle elezioni che vede coinvolti più di mille comuni italiani, nonché l’intera Regione Calabria che eleggerà il nuovo presidente, ha fomentato gravi episodi di violenza, che si sono verificati in tutto il territorio nazionale.

Continua dopo la pubblicità...


Calura
Testata
AmaCalabria-Banner22-23Febbraio
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Soltanto nelle ultime ore sono stati aggrediti due esponenti del Movimento 5 Stelle: De Pirro in Salento e Di Stasio nel napoletano, ai quali si aggiunge l’aggressione al segretario del PD di Afragola Zanfardino.

Anche nella nostra regione non sono mancati episodi spiacevoli, che infangano il nome di chi si è battuto per garantire a tutti, senza esclusione, il diritto al voto: al candidato del PD Aieta è stato recapitato un pacco bomba che, fortunatamente, si è rivelato falso.

Ancora una volta, un’occasione che dovrebbe essere motivo di (sano) confronto politico e che dovrebbe essere vissuta dai cittadini come momento in cui esercitare un diritto fondamentale, si trasforma in manifesto di violenza e ignoranza, che va oltre ogni partito o colore politico.

Tra quelli che hanno condannato l’accaduto c’è la calabrese Dalila Nesci (Sottosegretaria per il Sud e la Coesione Territoriale), che si sfoga apertamente sui suoi profili social scrivendo: “Il voto rappresenta il più importante atto di democrazia che possiamo compiere. È una conquista che non va mai data per scontata, ma al contrario esercitata costantemente per rendere migliore la nostra società. In queste ore abbiamo assistito a episodi gravissimi da parte di chi vorrebbe ostacolare con la violenza la nostra libertà. Condanniamo fermamente quanto accaduto ed esprimiamo piena solidarietà agli esponenti coinvolti. Le intimidazioni non ci fermeranno. Alle minacce e alle aggressioni dobbiamo rispondere con la consapevolezza di essere chiamati a difendere sempre la nostra democrazia. Il voto è un diritto inviolabile e al contempo un dovere civico. Buon voto a tutti”.

Maria Antonietta Reale | redazione@telemia.it

Print Friendly, PDF & Email