Dom. Gen 23rd, 2022

Ieri sera sono andato al pronto soccorso di locri per assistere (si fa per dire) un amico che necessitava di cure ospedaliere. Il piazzale di attesa,sembrava un drive-in, con poche auto ed ancora meno ambulanze ed era gremito di persone che attendevano la chiamata. Ognuno degli astanti, trovava soccorso nelle parole del vicino, all’occorrenza divenuto medico esterno.La cosa che più mi ha colpito è stata la solidarietà (quella dei cittadini in attesa di cure) che tra di loro si aiutvano a trovare farmaci non disponibili al momento ed ingannavano l’attesa consumando patatine e pop corn (disponibili quest ‘ultimi) all’ interno dell ‘ospedale.Io ed il mio malcapitato amico, eravamo in attesa di’ trasferimento a Polistena, per poter essere sottoposto a TAC. All’ospedale di locri non era possibile fare l’esame diagnostico nucleare, perché non vi era il medico né il medicinale e il macchinario era non utilizzabile.Ho provato la stessa condizione “fantozziana” quando il grande comico genovese si rivolgeva al “Super mega presidente direttore Generale erede del Papa e dell imperatore d’oriente”, quando ci è stato detto che si doveva preparare l’ambulanza per recarsi a polistena e fare la TAC.L’incidente è avvenuto alle 18 30, mentre Polistena ci attendeva “trionfalmente” alle 21 54. Vergogna assoluta e mondiale! L’inadeguatezza è male incistato all’interno del nosocomio locrideo e provoca effetti devastanti e letali. Nel totale disinteresse della magistratura reggina.Questo mio post è rivolto al Mega commissario regionale, al sempre mega commissario aziendale, al mega mega direttore ospedaliero. Diversamente da Fantozzi che, umiliato ringrazia a, io a nome di tutti i cittadini che assiepavano ieri sera il pronto soccorso di locri, vi dico andate a fare altro di mestiere, possibilmente lontano dall ‘Italia.Pino Mammoliti

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.