Gio. Mag 19th, 2022

di Raffaella Silvestro

 Sportelli informativi nei reparti di

ostetricia, hub vaccinali e open day dedicati alle future mamme,

consulenza telefonica per le donne in gravidanza, opuscoli

distribuiti nei reparti e punti rosa con specialisti a

disposizione: sono le iniziative messe in campo dalle aziende

sanitarie pubbliche della Fiaso (Federazione Italiana delle

Aziende Sanitarie e Ospedaliere) per promuovere la vaccinazione

contro il Covid19 tra le donne incinte ancora restie a

immunizzarsi.

“Nell’ultimo miglio della campagna vaccinale mancano ancora

all’appello le donne in gravidanza, ed è proprio per rispondere

ai loro dubbi e timori che la Fiaso ha avviato in tutta Italia

iniziative specifiche – dichiara il presidente Giovanni Migliore

  • Dalla Campania al Veneto, dal Lazio all’Emilia Romagna, negli

ospedali e nei consultori, sono stati attrezzati punti

informativi e ambulatori per offrire consulenze personalizzate

da parte dei medici ginecologi”. Tra le iniziative promosse, c’è

da segnalare ad esempio l’ambulatorio informativo nella clinica

di Ginecologia e Ostetricia del Policlinico di Bari, mentre

all’Asl Napoli 2 sono stati messi a disposizione spazi di

confronto con ginecologi e ostetriche nei consultori di 13

distretti sanitari e pubblicato un decalogo che sensibilizza

anche sul tema della vaccinazione. Altre aziende sanitarie

pubbliche, come la Asp Palermo, la Asst Lodi e l’Azienda Usl di

Reggio Emilia, hanno organizzato open day riservati alle donne

in attesa negli hub vaccinali, mentre la Asl Roma 2 ha

programmato una giornata di incontri presso l’Ospedale

Sant’Eugenio dedicata alle neomamme per chiarire tutti i loro

dubbi. La Asl Roma 5 invece, in occasione della prima visita di

programmazione al parto, propone presso il Punto Nascita di

Tivoli la vaccinazione per la mamma e anche per il papà.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI