Mar. Giu 28th, 2022

I provvedimenti sono stati emessi dal questore Megale e riguardano le protagoniste della zuffa ed i loro accompagnatori

Sei i provvedimento di daspo emessi dal questore di Reggio Calabria, Bruno Megale, in occasione dell’incontro di calcio per il campionato di serie B tra la squadra della “Reggina 1914 s.r.l.” e quella del “Parma Calcio 1913”, disputatosi lo scorso 24 ottobre presso lo stadio comunale “Oreste Granillo” di Reggio Calabria.

Dopo qualche minuto dall’inizio del primo tempo, sugli spalti della tribuna sud, due donne hanno dato l’input ad una rissa, acciuffandosi vicendevolmente per i capelli e coinvolgendo i propri accompagnatori, provocando persino lo scivolamento di uno di loro dalla zona alta del settore fino alla base degli spalti.

La lite, proseguita nell’area antistante i tornelli di accesso alla tribuna sud, è divenuta sempre più violenta con spintoni e strattonamenti, fino a rendere necessario l’intervento del personale medico e del personale della polizia presente.

Grazie infatti all’immediato intervento del personale della Digos e di alcuni spettatori sono state scongiurate ulteriori e ben più gravi conseguenze, evitando anche il coinvolgimento della tifoseria negli scontri.

“I provvedimenti, scaturiti dal grave pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica concretizzatosi in occasione dell’ incontro – scrivono dalla questura – sono prova della costante presenza e dell’attenta vigilanza della polizia che, nella più ampia ottica di educare tutti al rispetto dei valori del vivere civile e di recuperare la dimensione sociale del calcio da vivere come passione, divertimento e partecipazione, con l’adozione dei citati daspo ribadisce la ferma volontà di bandire, da tutte le manifestazioni sportive, ogni forma di violenza, discriminazione e intemperanza, prevenendo e reprimendo con fermezza ogni situazione di turbativa al mantenimento dell’ordine pubblico”.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI