Sab. Giu 25th, 2022

Un corteo a Siderno per dire basta alla criminalità. Il sit-in organizzato dal movimento #inpiedipersiderno ha richiamato l’attenzione della comunità sidernese. Ieri mattina, piazza Portosalvo era gremita da centinaia di persone. Studenti delle scuole di ogni ordine e grado, esponenti della società civile, responsabili di associazioni, politici e sindaci dei Comuni della Locride, hanno manifestato a gran voce contro l’escalation di episodi intimidatori che hanno scosso la cittadina negli ultimi giorni. Il corteo, partito dalla piazza, ha attraversato l’intero corso principale per poi fermarsi al Comune. Violenza e ignoranza hanno colpito profondamente la collettività che, unita in un grido di protesta, ha sfidato a viso aperto coloro che fino ad ora, agendo nell’ombra, hanno sperato di ridurla al silenzio senza riuscirci. Nota fondamentale è che l’elemento propulsore dietro la protesta siano stati i giovani. La loro attenzione e la loro voce si è rivolta direttamente a coloro che, ancora oggi, mirano a compromettere i valori fondanti del sistema democratico. “Tanti giovani hanno fortemente voluto che questa manifestazione si svolgesse tant’è che sono riusciti anche a coinvolgere tutte le associazioni sidernesi. Davvero un bel segnale questa adesione di massa. Ciò sta ad indicare che uniti ce la possiamo fare, che uniti non torneremo indietro e che uniti difenderemo tutti la nostra democrazia”, questo è stato l’appello della sindaca di Siderno Maria Teresa Fragomeni. Il popolo ha risposto con coraggio e determinazione attraverso l’atto simbolico di scendere in piazza e protestare. La manifestazione popolare costituisce la massima espressione della democrazia, un barlume di speranza significativo ai fini di un cambiamento che coinvolge l’intera cittadinanza nella lotta per la legalità.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI