Dom. Ott 1st, 2023

“Martedì 28/12/2021, si è svolto il Consiglio Comunale di Careri, con all’Ordine Del Giorno, oltre alla premesse e varie comunicazioni del Sindaco, l’approvazione del Bilancio di previsione per il 2022. Come gruppo di minoranza abbiamo espresso voto contrario all’impianto complessivo del testo in oggetto. Voto contrario non dettato da pregiudizi ma dovuto al “fattore temporale” che non ci ha permesso di studiare bene le carte e dare, dunque, parere favorevole. Ai tempi ristretti, ci tocca sottolineare anche il fatto di non essere stati minimamente coinvolti in fase di costruzione delle voci di Bilancio e quindi siamo arrivati al dunque nell’impossibilità di poter dare una valutazione oggettiva, come già detto, del Bilancio stesso. Resta comunque il dato di fatto che il Consiglio si sia svolto in un’atmosfera di collaborazione, dove come gruppo di opposizione abbiamo potuto formulare i nostri dubbi e le nostre perplessità anche sulla forma del Testo in discussione, accogliendo, inoltre, di buon grado alcune delucidazioni che ci hanno portato a votare favorevolmente alcuni singoli punti e astenendoci o dando voto contrario su altri. Come gruppo, inoltre, abbiamo avanzato una proposta, accolta favorevolmente dalla maggioranza per ciò che riguardava l’indirizzo politico ma, purtroppo, bocciata per questioni economiche di quadratura dei conti”. Così “Rivoluzione Logica” attraverso Rocco Domenico Zito, Pietro Galea e Pietro Sergi (Capogruppo).

Continua dopo la pubblicità...


Cosmos_banner_1080x720px 16-9
AmaCalabria
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

“Nello specifico, avevamo proposto di esentare una fascia da alcune imposte comunali per Cittadini con redditi inferiori agli 8,500 Euro annui; provvedimenti consentiti, laddove possibile, dalla normativa sul cosiddetto “Federalismo Fiscale”, caricando il disavanzo sugli scaglioni con redditi più alti. Come già detto, i numeri del Bilancio hanno impedito questa variazione al testo, come del resto hanno impedito persino un abbassamento delle stesse aliquote dal 48 al 30%, sempre per venire incontro alla fasce di popolazione con redditi più bassi. Resta comunque il dato politico della disponibilità della maggioranza ad accogliere la nostra proposta di aggiungere maggiore progressività alla manovra economica. In conclusione di seduta, abbiamo altresì chiesto, come gruppo di minoranza, di poter avere uno spazio all’interno del Palazzo Comunale, richiesta che è stata accolta dal Sindaco e dal gruppo di maggioranza. Quindi, avremo anche noi uno spazio nell’eventualità che i Cittadini abbiano necessità o voglia di confrontarsi con noi sulle dinamiche e sui provvedimenti dell’Amministrazione. Questa nota viene diramata nel rispetto di quanto annunciato dal nostro Gruppo anche in campagna elettorale, cioè la volontà di avere sempre in ogni fase un confronto diretto teso alla massima trasparenza con i Cittadini” aggiungono in conclusione.

Print Friendly, PDF & Email