Sab. Gen 22nd, 2022

La variante Omicron del Sars-CoV-2 riduce significativamente gli anticorpi generati dal vaccino di Pfizer e BioNTech, secondo un piccolo studio preliminare condotto in Sudafrica e pubblicato su medRxiv.

Tuttavia, le persone che sono guarite dall’infezione e hanno ricevuto una vaccinazione di richiamo avranno una maggiore protezione. Lo studio preprint, non ancora sottoposto a revisione paritaria e condotto all’Africa Health Research Institute, ha testato 14 campioni di plasma di 12 vaccinati, di cui 6 infettati precedentemente. Il calo di capacità anticorpale di neutralizzare Omicron rispetto al virus originale è stato di 41 volte.

In pratica, la variante Sars-CoV-2 Omicron sfugge all’immunità anticorpale indotta dal vaccino Pfizer-BioNTech, una notevole immunità viene mantenuta nelle persone che sono state sia vaccinate che precedentemente infettate. “Le implicazioni cliniche di questi importanti dati di laboratorio – ha affermato il direttore esecutivo dell’Africa Health Research Institute, il professor Willem Hanekom – devono essere ancora determinate. È probabile che il risultato sarebbe una minore protezione indotta dal vaccino contro infezioni e malattie. È importante sottolineare che la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che gli attuali vaccini proteggeranno ancora da malattie gravi e morte di fronte all’infezione da Omicron. È quindi fondamentale che tutti vengano vaccinati”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.