Dom. Apr 21st, 2024

 “Non faremo più sconti a nessuno, né ai cittadini né ai lavoratori”.

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Un avvertimento chiaro e netto, quello fatto dal sindaco f.f. Paolo Brunetti questo pomeriggio durante la presentazione a Palazzo San Giorgio del nuovo servizio di raccolta rifiuti gestito dalla Società Teknoservice Italia.
“Vi avevamo preannunciato novità sul servizio di raccolta e stiamo mantenendo le promesse. Giorno 11, l’AVR finirà il rapporto con il Comune di Reggio Calabria e al suo posto subentra la Teknoservice – afferma il sindaco f.f Brunetti -. Ne parliamo da circa un anno e, finalmente, il traguardo lo abbiamo raggiunto. È stato stilato un programma con il Conai e, oggi, siamo nelle condizioni di avviare il rapporto con la Teknoservice, una assegnazione provvisoria in attesa delle decisioni del Tar – postilla -. Teknoservice ha accelerato le procedure e ci saranno dei cambiamenti ma è opportuno chiarire che non sarà da subito attuato il piano servizio di raccolta perché la consegna è provvisoria”.
Il “nuovo” inquilino di Palazzo San Giorgio parla anche di “suddividere la città in due aree omogenee e oltre all’isola ecologica di Reggio Campi, da ora aperta pure la domenica, sarà attivato un nuovo punto di raccolta, temporaneamente, al rione Ceci per conferire i rifiuti ingombranti e materiale indifferenziato”.
“A giorni vedrete qualche cassonetto in alcune aree cittadine, batterie distinte per tipologie di rifiuto – aggiunge Brunetti -. A Ciccarello, Rione Marconi, Arghillà saranno riposizionati i cassonetti che non sono un ritorno al passato ma, non possiamo ogni giorno raccogliere cumuli di indifferenziata. Inoltre, sarà fatto un controllo meticoloso del territorio e abbiamo chiesto aiuto alla Prefettura perché solo con la Polizia Municipale non riusciamo a vigilare. Ci sarà una campagna informativa per sensibilizzare i cittadini alla raccolta differenziata perché bisogna ricominciare daccapo. Dobbiamo entrare nelle scuole, nelle parrocchie per uscire dalla crisi”.
Spesso il primo cittadino parla di “buona volontà e capire che bisogna produrre meno rifiuti indifferenziati” e dopo aver pubblicamente “bacchettato” i cittadini, passa all’ex società di raccolta rifiuti, Avr che “ringrazia anche se negli ultimi tempi, non avevamo rapporti idilliaci. Ci sono tanti uomini e donne che hanno lavorato in questa società e l’auspicio è che ci saranno le stesse persone con lo stesso cuore e professionalità anche nella nuova azienda. Teknoservice ha già assorbito i lavoratori ex AVR ma nessuno sogni di avere il posto fisso alla Checco Zalone – tuona Brunetti -. I cittadini ci devono segnalare i disservizi e i comportamenti non idonei anche degli operatori ecologici. Ci sarà un risparmio di 130 mila euro al mese sul canone da riconoscere al nuovo gestore rispetto a quanto dovevamo ad Avr”.
A spiegare l’iter della raccolta insieme all’avvocato Giulia Dicembre, team manager della società e responsabile dell’area Sud, l’ingegnere Alberto Garbarini direttore generale dell’azienda.
“Cominciamo questa avventura anche se vediamo un film già noto per le esperienze in altri comuni. Sicuramente, il lavoro che dobbiamo svolgere qui è complesso. Partiamo da una situazione in cui i cittadini si sono messi in gioco ma hanno perso l’impegno, il senso civico. A partire da giorno 11, faremo un servizio di pulizia straordinaria della città e ci aspettiamo che bonificata un’area, non ci si ritrovi dopo qualche ora, con i rifiuti per strada. Vanno rispettati i calendari proposti – afferma Garbarini -. La popolazione ci deve seguire perché questa è la strada giusta, è un progetto che ci vede coinvolti tutti. Abbiamo diviso Reggio in due macro aree: una che comprende le circoscrizioni dalla prima alla sesta, denominata “zona gialla” e i cittadini dovranno conferire i rifiuti dalle 21 alle 4 del mattino. La zona blu comprende le circoscrizione dalla settima alla quindicesima e il conferimento attraverso i mastelli dovrà essere dalle ore 7 alle 13. Nel rione Ceci, inoltre, daremo ai cittadini la possibilità di conferire tutti i rifiuti tranne quelli pericolosi grazie a questo centro di raccolta temporaneo”.
Il dg di Teknoservice ci tiene a precisare che “i risultati li avremo solo con un grande impegno dei cittadini e dell’amministrazione. Abbiamo messo a disposizione tutte le risorse possibili, 150 nuovi mezzi saranno in strada per la raccolta. Noi abbiamo deciso di buttare il cuore oltre l’ostacolo e anche se alcuni non capiranno il nostro sforzo, continueremo con incontri, media e materiale informativo sulle nostre attività. Ogni zona avrà il suo netturbino di quartiere per lo spazzamento e con la responsabilità sulla pulizia dell’area assegnata”.

Print Friendly, PDF & Email