Gio. Mag 19th, 2022

Ninì è un ragazzino vispo e intelligente, che vive un’infanzia e un’adolescenza comuni a quelli della sua generazione. Padre emigrato al Nord e madre casalinga, vive le sue giornate tra la scuola, la caccia alle lucertole con gli amici del “ritrovo” e la “carcamusa”, la cava di gesso del nonno.

Un piccolo mondo antico in cui cresce sereno.

Ci penseranno alcuni eventi tragici (e non solo) a portarlo via dal suo Colle Ameno, laddove vedrà da vicino una pagina importante della storia contemporanea e scoprirà una verità fino ad allora taciuta, e per questo sconosciuta.

È la sinossi de “La collina di gesso” (P librerie Locri, 2021), romanzo d’esordio di Walter De Fiores, pronipote di Corrado Alvaro. Romanzo di formazione ambientato in Calabria in cui i sani principi della civiltà contadina, la laboriosità della nostra gente e “la grazia o il tedio a morte del vivere in provincia” fanno da cornice alla vicenda umana di Ninì e della sua famiglia, che a un certo punto prenderà direzioni inattese.

“La collina di gesso” verrà presentato per la prima volta venerdì 14 gennaio alle ore 18 nello spazio culturale “MAG. La ladra di libri” di Siderno. Gianluca Albanese dialoga con l’autore. I poeti Armando Panetta e Giovanni Ruffo daranno vita ad alcuni reading.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI