Mer. Lug 6th, 2022

“Innalzare la capacità di colpire i patrimoni accumulati dalle organizzazioni criminali è la nuova sfida dell’azione di contrasto della Polizia di Stato alla criminalità organizzata di stampo mafioso”: lo ha sottolineato il prefetto Francesco Messina, direttore centrale anticrimine della polizia di Stato commentando l’operazione condotta dalle questure di Perugia e Crotone che ha portato al sequestro di beni per otto milioni di euro. “La piena operatività del connubio Questore-Procuratore della Repubblica nella proposizione e nell’esecuzione delle misure di prevenzione patrimoniali congiunte è garanzia del raggiungimento del miglior risultato possibile” ha aggiunto. “Il sequestro degli ingenti patrimoni illecitamente guadagnati – ha sottolineato ancora Messina – completa il lavoro svolto dalla Polizia di Stato contro la componente militare di queste organizzazioni criminali e l’eccellente risultato conseguito sull’asse Perugia-Crotone con la procura della Repubblica di Catanzaro testimonia plasticamente la strategia adottata negli ultimi tre anni dalla Direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato grazie al Servizio Centrale Anticrimine e alle Divisioni Anticrimine delle Questure”.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI