Mar. Giu 28th, 2022

“Martedì 15 Febbraio si è svolta, presso il Comune di Cinquefrondi, una importante riunione a cui hanno partecipato ben nove Sindaci dei Comuni di Anoia, Candidoni, Cinquefrondi, Feroleto, Giffone, Laureana, Maropati, San Pietro e Serrata”. Ne dà notizia il Comune di Cinquefrondi. “Ciò che accomuna i Primi Cittadini di questi territori – prosegue la nota – è la voglia di migliorarsi, ma soprattutto l’esigenza di potenziare le risorse territoriali per poter dare ai propri cittadini una quotidianità più organizzata e ricca di risposte ai più svariati bisogni.
Il progetto, pretesto dell’incontro, prevede la partecipazione ad un bando importante del PNRR per una mobilità più sostenibile e green.
Il Comune capofila sarà Cinquefrondi, coordinatore burocratico, il quale si farà guidare dalle proposte e dalle idee degli altri comuni protagonisti. Superare i campanilismi e lavorare in sinergia per il bene del territorio, questo è l’obiettivo, che verrà realizzato puntando sul “noi”, ricercando quel senso di comunità ormai perduto in un’era individualista e alienante come la nostra.
Quella pensata è una scommessa su più fronti, si tratta di mettere alla prova la capacità di credere ancora nella cooperazione su di un piano essenzialmente umano, riuscire a fidarsi della sinergia di più occhi. E, contemporaneamente, riuscire a portar fuori la luminosità latente insita nei nostri territori, fidarsi della loro meravigliosa potenzialità ed avere i giusti mezzi per trasformare una storia di abbandono in una storia di rinascita”.
“Entrando nel vivo della procedura – continua la nota – è bene sottolineare che le richieste di contributo dovranno essere inviate al Ministero dell’Interno entro il 31 Marzo 2022. In seguito, l’ammontare del contributo attribuito a ciascun comune sarà determinato dal Ministero dell’interno entro il 30 Giugno 2022.
L’art. 1, commi 534-542, della Legge di bilancio 2022 (L. 30/12/2021, n. 234) prevede che, al fine di favorire gli investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale, sono assegnati 300 milioni di euro per l’anno 2022 ai comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti.Le richieste di contributo dovranno riguardare singole opere pubbliche o insiemi coordinati di interventi pubblici, a tal proposito i Sindaci hanno deciso di puntare, con convinzione, sulla mobilità sostenibile del territorio, per averlo più smart e più verde.
Parte, quindi, un modo nuovo di lavorare in sinergia tra i comuni, e la scommessa da vincere diventa quella di ottenere un importante finanziamento capace di “Rigenerare” tutto il territorio”, conclude la nota.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI