Gio. Giu 30th, 2022
Featured Video Play Icon

Continua la battaglia delle lavoratrici delle coop consorziate “Athena” e “Nosside” per ottenere il pagamento delle mensilità arretrate dei mesi di ottobre, novembre, dicembre e tredicesima del 2021 e di gennaio 2022. Ad annunciarlo, ieri, è stato il delegato della Uil-Fpl Micheli Firmo con una nota inviata alla società “Helios”, coop capofila del contratto con l’Asp reggina, al Gruppo Coop Service Gestione, alle consorziate “Athena” e “Nosside” nonché al prefetto di Reggio Calabria, al commissario straordinario dell’Asp reggina e alla Commissione di garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali. Nella nota il rappresentante sindacale Micheli Firmo ha ricordato l’incontro dello scorso primo febbraio tra il presidente del Cda del Gruppo Coop Service Gestioni, Ettore Lacopo, i rappresentanti delle coop “Athena” e “ Nosside” il rappresentante sindacale dell’Uil-Fpl e le lavoratrici delle due coop. Nel corso di quell’incontro, le lavoratrici hanno rivendicavato la garanzia che il pagamento delle retribuzioni dovesse avvenire con cadenza regolare ogni 20 del mese. A conclusione dell’incontro era annunciato e verbalizzato che, «in mancanza di idonee risposte si sarebbe proclamato lo sciopero a partire dall’8 febbraio 2022». Nel verbale, soprattutto, la delegazione aveva puntualizzato che «il pagamento degli arretrati deve avvenire entro il 25 di febbraio 2022». E «se entro il 25 febbraio prossimo non si avranno risposte concrete alle richieste delle lavoratrici si proclamano, sin da oggi, 7 febbraio 2022, due giornate di sciopero una per il 28 febbraio 2022 e la seconda per il 1. marzo 2022. E tutto – spiega Michele Firmo anche a seguito dei chiarimenti con l’ufficio legale del sindacato nazionale – nel totale rispetto delle disposizioni di Legge inerente lo sciopero nei servizi pubblici essenziali».

fonte gazzetta del sud

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI