Sab. Dic 10th, 2022
Featured Video Play Icon

Come riporta una nota diffusa dal Comune cauloniese:
“Per il secondo anno consecutivo, verrà riconosciuta agli studenti residenti a Caulonia e
frequentanti la quinta classe della scuola primaria e le scuole secondarie di primo e secondo grado
una dote socio-educativa. Si tratta di un contributo economico volto a contrastare la povertà
educativa e rivolto a studenti appartenenti a famiglie che versano in condizioni di disagio socioeconomico.
L’avviso “Dote socio-educativa,” approvato con determina n. 4 del 18.02.2022 è stato pubblicato
sull’Albo pretorio del comune di Caulonia in data 21.02.2022.
La graduatoria dei richiedenti -beneficiari del contributo economico per l’acquisto di strumenti utili
allo studio, a stimolare specifiche passioni culturali o materiale scolastico, verrà stilata tenendo
conto dei seguenti requisiti: iscrizione per l’a. s. 2021/2022 ad una scuola primaria, secondaria di
primo o secondo grado; ISEE del nucleo familiare di appartenenza dello studente, o ISEE
Minorenne nei casiprevisti, in corso di validità, calcolato secondo le modalità di cui alla normativa
vigente, non superiore ad euro 6.186,96; residenza nel Comune di Caulonia ed età non superiore a
16 anni.
I requisiti relativi all’età non si applicano agli studenti diversamente abili, con handicap
riconosciuto ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge 5 febbraio 1992 n. 104 o con invalidità non
inferiore al 66%. Il beneficio è richiesto da uno dei genitori o da chi rappresenta il minore o dallo
stesso studente se maggiorenne.
Uno sforzo ed un impegno specifico per contrastare, in questo particolare momento storico -afferma
la consigliera delegata alle politiche sociali M. Elisabetta Cannizzaro (nella foto di copertina di questo servizio) che ha curato il progetto –
l’assenza di stimoli e incoraggiare i ragazzi nell’approccio allo studio ed alla conoscenza.
L’azione programmata oggi, con la previsione di un contributo economico ai giovani studenti si
pone in continuità e costituisce una tappa del progetto più ampio che tende alla formazione di una
“comunità educante”.
Nello specifico, si prefigge di contrastare la povertà educativa, spesso associata a quella economica,
dei bambini e degli adolescenti che vivono in contesti più svantaggiati, per garantire loro
opportunità educative necessarie al loro sviluppo ed al pari dei propri coetanei.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email