Lun. Giu 27th, 2022
Featured Video Play Icon

In occasione della Giornata Nazionale dei boschi e delle foreste che si svolgerà il 18 marzo alle ore 9.30, il Comune di Seminara, in collaborazione con Coldiretti Donne Impresa Reggio Calabria e la fattiva partecipazione delle forze dell’’ordine daranno il via a quello che sarà  il primo atto tangibile di un  progetto che rientra in una serie d’interventi di rinaturalizzazione  sul territorio. Infatti l’evento in programma per la giornata nazionale dei boschi e delle foreste è indicativo per porre l’attenzione sul recupero ambientale e sociale di un sito  che per anni è stato abbandonato poiché confiscato alla mafia  e mai reso fruibile in precedenza, attraverso la realizzazione di  un vero e proprio luogo alberato e la riqualificazione ambientale dell’intera area . Il risanamento ambientale è una delle priorità dell’amministrazione comunale di Seminara,  orgogliosa di questo progetto, frutto di una forte collaborazione con tutte le associazioni, le istituzioni e gli enti presenti sul territorio.

Con la piantumazione degli alberi seminiamo speranza e bellezza con l’obiettivo di realizzare veri e propri parchi dell’’accoglienza e della socialità, senza dimenticare l’’importanza degli alberi nella lotta ai mutamenti climatici e nella prevenzione del dissesto idrogeologico – afferma il dott. Giovanni Piccolo Sindaco di Seminara – nonché una chiara dimostrazione di come si possa rendere fruibile un bene confiscato a godimento dell’Intera cittadinanza. 

Questo  primo intervento di forestazione di un’’area prima degradata e tra qualche tempo riqualificata, rappresenta l’avvio di un percorso teso a conferire un triplice contributo: in primis per il territorio ed a seguire in termini ambientali, paesaggistici e sociali. Contemporaneamente, l’iniziativa assume dal punto di vista simbolico ed educativo un valore straordinario in quanto restituisce dignità ai nostri paesaggi, trasformando un’’area incolta e confiscata, dimostrando che le istituzioni e i cittadini di buona volontà possono ripristinare la legalità e la qualità dell’’ambiente.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI