Gio. Giu 30th, 2022

Polistena: intitolato uno spazio pubblico a Teresa Talotta Gullace. Il Circolo “L’Agorà”: “iniziativa lodevole, noi ancora attendiamo risposta da parte del comune”

Si apprende della lodevole iniziativa, sia culturale che amministrativa, da parte del Comune di Polistena che ha inteso intitolare un luogo pubblico a Teresa Talotta Gullace, è quanto scrive in una nota il Circolo Culturale “L’Agorà”. “Ma chi era costei? Teresa Talotta in Gullace nata a Cittanova l’8 settembre del 1907 e dopo aver contratto matrimonio con Girolamo Gullace, si trasferì a Roma per motivi di lavoro. Durante l’occupazione nazista della Capitale, Teresa nel tentativo di raggiungere il coniuge, venne uccisa da un soldato tedesco: era il 3 marzo 1944. Tale vicenda è presente nel film “Roma città aperta” di Roberto Rossellini, dove la figura di Teresa Talotta Gullace viene interpretata da Anna Magnani. Siamo pienamente concordi con la linea di pensiero del primo cittadino Michele Tripodi dove afferma che “la figura di Teresa Talotta Gullace può incardinare il valore universale della pace in risposta a tutte le guerre”. Da queste brevi ma doverose premesse piace rammentare e ricordiamo a noi stessi che a seguito di una proposta denominata “una toponomastica al femminile” il Circolo Culturale “L’Agorà” – precisa la nota- inoltrò una richiesta ufficiale, inviata a mezzo PEC, in data 13 agosto 2019. Tale proposta, suffragata da apposita documentazione storica, venne indirizzata al Sindaco di Reggio Calabria, ovviamente senza ricevere nessun riscontro. Non è la prima volta che il Circolo Culturale “L’Agorà” si fa carico di queste iniziative, inerenti all’intitolazione luogo pubblico, che ancora attendono risposte. Il nome di Teresa Talotta Gullace, insieme a coloro che con il “loro impegno ed il loro sacrificio, hanno contribuito a rendere l’Italia terra di civiltà e democrazia”, risulta ancora assente nei luoghi pubblici della Città di Reggio Calabria, ma non sicuramente nelle linee programmatiche e negli intenti statutari, di chi, come la scrivente Associazione, opera, da sempre, in funzione della ricerca, della memoria storica (recupero e salvaguardia) e della Cultura, a volte questa sconosciuta. Detto impegno continua, da sempre, accompagnato da un silenzio assordante da parte delle istituzioni che dovrebbero invece essere particolarmente vicine a detti comportamenti “classicamente culturali”. In ultimo e non per ordine d’importanza si chiede, a mezzo stampa, un incontro ufficiale con il dott. Domenico Cappellano, Presidente della Commissione Toponomastica del Comune di Reggio Calabria, tenuto conto che non si è avuto risposta a seguito di un’altra nostra PEC, anche a Lui indirizzata, giovedì 22 luglio 2021 ore 11:54″, conclude la nota.

STRETTOWEB

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI