Dom. Giu 26th, 2022

La misura nei confronti del 67enne Francesco Maccarrone, che risponde di altri reati oltre al tentato omicidio. Nei mesi scorsi aggredì il sindaco

 Il gip del tribunale di Vibo Valentia Francesca Del Vecchio, ha convalidato il fermo nei confronti di Francesco Maccarone, di 67 anni, accusato del tentato omicidio di un cittadino romeno di 45 anni, ferito da alcuni colpi di pistola all’addome e in prognosi riservata nell’ospedale di Vibo. Oltre che di tentato omicidio, l’uomo deve rispondere di minacce, ricettazione di una pistola, detenzione illegale e porto in luogo pubblico di un’arma da fuoco.
Secondo le indagini dei carabinieri. l’indagato avrebbe esploso quattro colpi di pistola, due di avvertimento in aria e altrettanti all’indirizzo della vittima, sua vicina di abitazione. Il 67enne è assistito dall’avvocato Giacinto Inzillo e nei suoi confronti il gip si è riservato la decisione sulla misura cautelare che scioglierà nelle prossime ore. Nei mesi scorsi, Maccarone era stato indicato quale autore dell’aggressione al sindaco di Limbadi, Pantaleone Mercuri, per futili motivi. Lo stesso 67enne era stato coinvolto nel novembre del 1995 in una sparatoria in cui rimasero uccisi tre giovani di San Calogero, uno dei quali minorenne. Ad agire sarebbero state in tutto quattro persone di Limbadi. Per quel fatto, Maccarone ha già scontato la sua pena tornando in libertà da alcuni anni.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI