Sab. Giu 25th, 2022
Featured Video Play Icon

Nella relazione semestrale della Dia si evince che anche i fondi per l’emergenza Covid potrebbero essere fonte di guadagno per le organizzazioni criminali

Ogni organizzazione criminale si muove “secondo una strategia tesa a consolidare il controllo del territorio”.
E lo si fa soprattutto, in quanto “fondamentale per la loro stessa sopravvivenza e condizione imprescindibile per qualsiasi strategia criminale di accumulo di ricchezza”.
Ed è proprio attraverso la grande disponibilità di capitali acquisiti illecitamente e le varie attività di riciclaggio che hanno la capacità di “inquinare l’economia e di infiltrare la pubblica amministrazione per intercettare le risorse pubbliche immesse nel ciclo produttivo”.

La ‘Ndrangheta
“La ‘ndrangheta, prima fra tutte, è riuscita ad acquisire importanti spazi di manovra radicandosi, in alcuni casi, con veri e propri locali nei Paesi esteri”. È quanto si legge nella relazione semestrale della Dia, guidata dal dirigente Maurizio Vallone, riferita al primo semestre 2021. Fuori dai confini nazionale, viene sottolineato, “peraltro le mafie italiane preferiscono ricorrere alla corruzione piuttosto che alla violenza per non destare allarme sociale”.
Ed entrando in alcuni dettagli la stessa è sempre più interessate a espandere i propri affari illeciti anche attraverso possibili mutamenti degli equilibri criminali con sodalizi di diversa matrice.
Inoltre, la relazione descrive che la stessa “conferma la propria organizzazione su base territoriale saldamente strutturata su vincoli di parentela con articolazioni consolidate non solo in Calabria, ma anche nel centro e nel nord Italia oltre che in Paesi europei ed extracontinentali. Numerose attività di indagine hanno infatti evidenziato la spiccata autonomia per la gestione degli affari criminali dei ‘locali’ situati nelle regioni settentrionali ma anche all’estero. Gli affiliati di queste strutture proiettate si attengono comunque alle stesse regole delle cosche calabresi da cui sono originate”.

Scarica l’estratto sulla ‘Ndrangheta della DIA

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI