Ven. Ago 19th, 2022
Featured Video Play Icon

Il manto naturale non cresce più, per la natura del terreno e anche per il troppo utilizzo

Questione di sei o sette mesi e anche il Corrado Alvaro avrà un terreno in erba sintetica di ultima generazione. A ribadirlo è stato il sindaco Bruno Bartolo alla fine della partita San Luca-Trapani, finita in parità e giocata su un terreno che in effetti non è degno di un campionato importante come la Serie D, nel quale il San Luca dei miracoli milita con onore da due anni. Purtroppo le condizioni del manto, forse a causa della natura del terreno, in località Santa Venere ai margini del torrente, e il fatto che non ce ne sia un secondo per gli allenamenti, è andato completamente in malora al punto che l’erba, soprattutto nelle aree di porta non ricresce più. Un problema serio, sollevato da tutte le società che hanno conosciuto il Corrado Alvaro, che rischia di compromettere il futuro calcistico di una delle più belle realtà sportive di tutta la Calabria, se pensiamo, tanto per fare un distinguo, che il San Luca è una delle poche squadre di serie D a vantare in organico tra i dodici e i tredici ragazzi nati e cresciuti a San Luca, su una rosa di 22 calciatori disponibili, e una juniores composta di nove-dieci undicesimi di nati nel paese di Corrado Alvaro.

Ecco spiegato perché il sindaco, che è anche il primo tifoso della squadra, ha fatto sapere che quanto prima tramite i fondi del Credito Sportivo, aprirà un mutuo per risolvere in tempi brevi un problema che non è soltanto sportivo ma anche sociale, visto che il Corrado Alvaro è utilizzato pure dalla scuola calcio composta di circa 100 ragazzini, tutti di San Luca.

Lo stadio comunale Corrado Alvaro, costruito nei primi anni Novanta con i fondi messi a disposizione dal Coni (800 milioni di vecchie lire), è stato ripristinato e dotato di un campo in erba naturale, nel 2017 in occasione della famosa partita della legalità tra la Nazionale dei cantanti e quella dei magistrati.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI