Mar. Giu 28th, 2022
Featured Video Play Icon

“Documento programmazione a esame Consiglio Calabria”

“Il documento di programmazione, credo accada per la prima volta, è stato sottoposto al Consiglio regionale e alle Commissioni competenti anche in ragione delle sollecitazioni che ho avuto dal presidente della Commissione Politiche Europee del Consiglio regionale Antonio Montuoro, prima che alla Giunta regionale. In molte Regioni il programma operativo non viene nemmeno valutato e licenziato dai consiglieri; in Calabria sì, quindi è un gesto di grande attenzione nei confronti dell’Assemblea”. Lo ha detto il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto parlando con i giornalisti a Catanzaro. “Rispetto all’entità del Programma – ha aggiunto Occhiuto – noi avremo più risorse di quelle che abbiamo avuto in passato. Su molte di queste risorse c’è una profonda preoccupazione da parte della Commissione europea, che ho avuto modo di riscontrare quando sono stato a Bruxelles. Ad esempio, sul Fondo sociale europeo, abbiamo speso davvero molto poco negli anni passati. Oggi ci sono risorse raddoppiate, in alcuni casi triplicate. A Bruxelles ho respirato un po’ di preoccupazione in ordine alla possibilità che a Calabria, che è la regione tra le più povere d’Europa e la più povera d’Italia, che non riesca a spendere queste risorse”. Occhiuto ha detto ancora che “abbiamo assunto degli impegni, vediamo di onorarli. Per l’intanto, abbiamo onorato il primo impegno inviando, nei tempi stabiliti e concordati con la Commissione europea, il programma operativo europeo; farlo prima serve anche a dimostrare affidabilità. Fare quello che si promette serve a dimostrare che questa volta la Calabria vuole essere affidabile nei confronti dell’Europa, che ha investito risorse per la nostra regione che, però, nel corso degli anni, non hanno prodotto la convergenza, così come si chiama tecnicamente, che avrebbero dovuto produrre”.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI