Ven. Lug 1st, 2022

                                  

LETTERA APERTA 

AL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE ON. ROBERTO OCCHIUTO

AI CONSIGLIERI REGIONALI DELLA “CITTA’ DELLA PIANA” 

AI CONSIGLIERI E AL SINDACO F.F. DELLA CITTA’ METROPOLITANA DI R.C. AVV. CARMELO VERSACE

AI SINDACI, AI PRESIDENTI DEL COM. DIR. E DELL’ASSEMBLEA DELLA “CITTA’ DEGLI ULIVI” F. COSENTINO E DR. G. ZAMPOGNA

e p.c. AGLI ON. DEPUTATI E SENATORI DEI COLLEGI DELLA “CITTA’ DELLA PIANA”

Egr. Sigg. Presidenti, Sindaci, Consiglieri Regionali, Deputati e Senatori

Oggi, con la disponibilità dei fondi UE del PNRR, del prossimo Ciclo di Programmazione del POR 2021/2027 e quelli del bilancio nazionale, è il momento favorevole per far compiere alla CALABRIA e alla CITTA’ DELLA PIANA quel salto di qualità che consenta loro di farli annoverare non più come ultimo territorio e Regione d’Europa ma, finalmente, nel giro di pochi anni fra quelle più civili e progredite.

Il 13 luglio 2021 il Governo nazionale ha infatti approvato e reso operativo il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), che consentirà all’Italia di ottenere i 209 miliardi di euro del Recovery Fund, concessi al nostro Paese per affrontare la grave crisi sanitaria ed economica post Covid.*

 E’ evidente che è qui, ed ora, che si giocherà anche il futuro del nostro territorio, della Calabria e delle decine di migliaia di giovani laureati, diplomati e disoccupati, la cui condanna all’emigrazione forzata per bisogno di lavoro sta contribuendo drasticamente alla desertificazione sociale e produttiva dei centri abitati del ns. territorio e della Regione, ipotecando pesantemente il nostro futuro.

Quali proposte, idee, studi di fattibilità, progetti, strategia e visione comune esistono, o sono in corso di elaborazione, quali strumenti si sono predisposti per raggiungere nel più breve termine alcuni obiettivi strategici per la soluzione delle maggiori problematiche del ns. territorio e della Calabria? 

E’ l’interrogativo che, sicuramente, la parte più attenta della società, i giovani e i disoccupati, professionisti e imprenditori, uomini di cultura e in particolar modo la nostra ASSOCIAZIONE, si stanno ponendo da molti mesi. E per il quale si attendono risposte certe, urgenti ed esaurienti dalla classe politica, dalle Istituzioni e, particolarmente, dalle ns. massime Istituzioni calabresi : Deputazione ParlamentareRegione CalabriaCittà Metropolitana, EE.LL.

Siamo a conoscenza che molte altre Regioni del Centro-Nord Italia hanno lavorato alacremente da molto tempo all’elaborazione ed all’attuazione dei loro Piani Regionali, e destano in noi particolare allarme i dibattiti che in alcuni di questi Consigli Regionali, soprattutto del Nord, si stanno sviluppando. In particolare gli attacchi feroci che da più parti vengono fatti al PNRR (da noi invece giudicato insufficiente!) accusato, addirittura, di un eccesso di finanziamenti al Sud !

Rivolgiamo, pertanto, un accorato e fermo appello affinché si faccia cortesemente sapere a che punto è lo stato di attuazione del Piano Regionale di Resistenza e Resilienza (PRRR) inviato al Governo; quali azioni, infrastrutture materiali e immateriali prioritarie sono state inserire; quali sono gli strumenti tecnico-politici di indirizzo, controllo e valutazione (speriamo diversi, più efficienti ed efficaci rispetto al deludente passato!) che dovranno garantire nell’interesse generale la corretta e tempestiva realizzazione del PRRR. 

Ma, soprattutto, chiediamo prioritariamente a voi tutti di vigilare affinché non vengano distratte alla ns. Regione tutte quelle (già scarse!) risorse finanziarie che il PNRR ha destinato al Sud ed alla Calabria. Perché ci sono già preoccupanti segnali in tal senso, ed è per questo che vi chiediamo di battervi più efficacemente insieme a tutte le altre regioni del Sud!  (Pur dovendo, purtroppo, prendere atto di una prima grave sconfitta inferta al Sud con il mancato rispetto dei tre requisiti del Next Generation EU – PIL pro capite, Popolazione residente e percentuale di disoccupazione – che l’UE ha posto come base per la concessione dei 209 miliardi di euro all’Italia, nel rispetto dei quali non il 40% ma i due terzi del finanziamento sarebbero toccati al Sud ! (praticamente stiamo per essere frodati del 25 %, vale a dire circa 50 MLD di €). 

Possiamo comunque anticiparvi qui di seguito, in sintesi, alcuni dei progetti (progetti bandiera) di cui ha estrema e indifferibile necessità la Calabria e, particolarmente, il territorio della CITTA’ DELLA PIANA e che riteniamo debbano essere considerati prioritari :

  • SANITA’ : Immediata esecuzione del Piano Sanitario Regionale, attuando il recupero, ammodernamento e rifunzionalizzazione dei 18 ospedali smantellati in Calabria e, per quanto ci riguarda, dei 7 ex presidi ospedalieri, abbandonati o sottoutilizzati da decenni (Cittanova, Oppido Mamertina, Gioia Tauro, Palmi, Polistena, Rosarno, Taurianova), dell’immediato inizio dei lavori del Nuovo Ospedale di Palmi (mai iniziato da 15 anni !) e l’attivazione del mai nato Hospice (per il quale sono stati spesi 520.000 euro e abbandonato ancor prima dell’apertura), per creare un’efficiente rete di Medicina Territoriale (Policlinico della CITTA’ DELLA PIANA), dotata di personale e moderne apparecchiature sanitarie capaci di garantire il diritto alla salute;
  • LAVORO : Un Piano di assunzione in Calabria, in via straordinaria e urgente, di 10.000 giovani diplomati e laureati per laSANITÀ, per una NUOVA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE e per rafforzare i settori produttivi più promettenti della nuova economia green, al fine di bloccare il drammatico esodo al Nord delle nostre migliori energie umane;
  • INFRASTRUTTURE VIARIE : Completamento della Pedemontana (iniziata 32 anni fa!) e realizzazione degli  svincoli per il suo allaccio all’autostrada del Mediterraneo (svincolo di Laureana) e alla superstrada Rosarno-Gioiosa J. (completamento dello svincolo ad Est di Cinquefrondi, da e per Rosarno;  Statalizzazione e ammodernamento della S.P. Gioia Tauro-Locri; Completamento della Delianuova-Gioia Tauro e della Bovalino-Bagnaramessa in sicurezza e raddoppio dell’ormai pericolosa S.G.C. 682 Rosarno-Gioiosa Jonica (considerata la nuova strada della MORTE!); 
  • METROPOLITANA DI SUPERFICIE : Rigenerazione delle ex Ferrovie Calabro-Lucane (non esistono solo quelle di CZ e CS !) per realizzare una moderna metropolitana di superficie (con al fianco una pista ciclabile) al servizio della CITTA’ DELLA PIANA, in un territorio totalmente privato, ormai da oltre 10 anni, di un decente T.P.L.  Sarebbe un grave delitto se si abbandonasse un’opera realizzata un secolo fa e proprio nell’epoca in cui si esalta, giustamente, il passaggio dal trasporto individuale a quello collettivo su ferro, più economico e non inquinante, anche considerando i consistenti finanziamenti disponibili per il T.P.L.;
  • ACQUA ED ENERGIA : Immediata utilizzazione della Diga sul Metramo (ultimata 29 anni fa, collaudata 9 anni fa e mai utilizzata, sic!) mediante la realizzazione della galleria di adduzione (esiste da anni un finanziamento di 26,5 MLN di € e non si sa che fine abbia fatto !) e della rete di distribuzione delle acque per irrigare almeno 30.000 ettari di pregiati terreni agricoli (la ns. agricoltura è in ginocchio, sull’orlo del fallimento !), per fornire acqua potabile ai 33 centri abitati della CITTA’ DELLA PIANA (tutti a secco nel periodo estivo, ma come si fa a fare turismo in queste condizioni ?) e per garantire adeguata fornitura di acqua alle attività produttive esistenti e da insediare. Realizzare inoltre il progetto del Consorzio di Bonifica di Rosarno dell’impianto antincendio a monte (per eliminare il triste, ricorrente, ridicolo e costoso fenomeno degli incendi estivi!) e, soprattutto, realizzare le due centrali idroelettriche sulla Diga sul Metramo a Galatro, da tempo progettate per la produzione (gratis!) di energia rinnovabile e non inquinante. Opere oggi ancor più importanti per la grave crisi energetica nazionale !!!

Saremmo eccessivamente lunghi se volessimo aggiungere tutti i bisogni mai soddisfatti che tagliano le ali alla Calabria (ZES, Porto di Gioia T., Ponte sullo Stretto, ecc.) e a questo territorio e perciò ci limitiamo, per il momento, ai sopradescritti “5 progetti bandiera”, STRATEGICI, capaci cioè di innescare un vero volano dello sviluppo, riservandoci di trattarne altri in seguito, ugualmente importanti, per evidenti ragioni di spazio.

Rivolgiamo alle SS.LL.II., pertanto, un accorato appello a voler cortesemente convocare tempestivamente la ns. Associazione per darci l’opportunità di offrire il ns. contribuito all’attuazione del PRRR mediante l’individuazione di una piattaforma di progetti strategici di rete (evitando i soliti progettini dispersivi e improduttivi !), tesi sia alla creazione della CITTA’ DELLA PIANA che allo sviluppo socio-economico dell’intera Calabria.

Nel restare in attesa di un cortese cenno di riscontro alla presente, e per ricevere il vs. cortese invito a farci partecipare ad un urgente tavolo tecnico operativo congiunto da istituire ad hoc, ringraziamo anticipatamente e rivolgiamo i ns. più distinti saluti.                                                     

  Il Presidente del Coordinamento 

                                                                                                                  Arch. Armando Foci

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI