Ven. Ago 12th, 2022

Al via la V edizione della borsa di studio “Premio Dott. Fortunato La Rosa”

Una edizione dedicata al ricordo di uomini che hanno sacrificato la vita in nome della giustizia e legalità.

È stato deliberato il 23 maggio, proprio il giorno dell’anniversario della strage di Capaci, l’avviso e il regolamento della V edizione della borsa di studio “Premio Dott. Fortunato La Rosa.

L’ Amministrazione con delibera G.M. N° 93 del 29/03/2015 aveva inteso istituzionalizzare la commemorazione del Dott. Fortunato La Rosa assassinato l’8 settembre 2005 per essersi opposto ed aver contrastato la criminalità organizzata, affinché la memoria ed il suo sacrificio rimangano sempre un esempio in difesa dei valori fondanti della convivenza civile, soprattutto per le giovani generazioni. Con la stessa delibera, in occasione del 10° Anniversario del tragico evento l’Amministrazione aveva ritenuto doveroso celebrare adeguatamente questa ricorrenza con l’istituzione di una borsa di studio intitolata “Premio Dott. Fortunato La Rosa”  destinata agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, al fine di coinvolgerli nella elaborazione e approfondimento di contenuti inerenti la sfera attinente alla tutela della legalità e dei diritti collettivi contro il continuo pericolo di comportamenti asociali e devianti indirizzati alla negazione dei valori e dei principi democratici.

La famiglia del compianto Dott. Fortunato La Rosa e l’Amministrazione Comunale di Locri hanno inteso dare continuità alla borsa di studio intitolata “Premio Dott. Fortunato La Rosa”, destinata agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. La famiglia ha destinato lo scorso anno un contributo di € 2.500,00 per le annualità successive e pertanto, lo scorso anno, recuperando anche l’anno di stop causa pandemia, sono stati assegnati tre premi: il primo premio alla giovane studentessa del liceo classico Oliveti, oggi universitaria, Maria Giulia Alia con l’elaborato “Il viaggio delle stelle”, secondo posto “Cambiare un futuro già prescritto” di Sara Mittica e terzo classificato Giuseppe Mittica con “L’incontro perfetto tra musica e speranza” entrambi del liceo scienze umane e linguistico “Mazzini”.  Lo scorso anno la manifestazione ha visto l’inaugurazione dell’anno scolastico con la forte e commovente testimonianza della figlia di Beppe Alfano e l’inaugurazione della panchina bianca per la libertà di stampa.

I moduli con l’avviso sono consultabili sul sito istituzionale e sull’app Locri e sono stati inviati a tutte le scuole secondarie di secondo grado della città. Saranno tre le tracce dedicate al tema della legalità e i ragazzi potranno partecipare entro il 10 luglio e concorrere per il premio di € 500,00.

Sarà poi una giuria, composta da docenti e professionisti (Prof. Antonio La Rosa, Prof.ssa Anna Maria Mittica, Prof.ssa Girolama Polifroni, Prof.ssa Stella Larosa, Dott.ssa Tuzza Alessandra e dalla Dott.ssa Domenica Bumbaca Assessore alla Cultura e P.I.), a valutare gli elaborati meritevoli che saranno premiati in concomitanza con l’inaugurazione dell’inizio dell’anno scolastico 2022/2023 che vedrà ricordare non solo l’anniversario dei 30 anni dalle stragi di Palermo ma anche il Generale Dalla Chiesa con interventi e testimonianze. Anche quest’anno intesa tra il comune di Locri e l’associazione Eurokom, sede dell’EDIC Calabria & Europa. La commissione vuole ringraziare il professor Giarmoleo che sin dall’inizio ha sostenuto il concorso e che quest’anno per motivi personali non potrà partecipare ai lavori della giuria; la professoressa Larosa sempre del liceo scientifico prenderà il suo posto.

Il sindaco di Locri Giovanni Calabrese ha promosso questo concorso ritenendo importante ricordare la persona del dottor Fortunato La Rosa, commemorando il sacrificio umano del dottore che ha contrastato la criminalità organizzata, ringraziando la famiglia per la sensibilità e permettendo, con questo concorso, di raccontare ai giovani chi era il dottor La Rosa ed impegnarsi ad emulare l’esempio di uomini che hanno lottato per il bene.

L’invito del sindaco Giovanni Calabrese e dell’assessore alla pubblica istruzione Domenica Bumbaca ai giovani, di partecipare al concorso che dà la possibilità di ricordare la storia e la vita degli uomini, vittime di mafia, che con coraggio, non hanno abbassato la testa; permette, attraverso gli elaborati, di commemorare i magistrati, di uomini dello Stato che si sono sacrificati per la legalità e giustizia. Questa borsa studio è un appuntamento con la storia, con il ricordo e con l’impegno dei giovani a parlare e vivere di e per la legalità. Questa edizione rientra nelle manifestazioni di “Locri ricorda” che per tutto l’anno vedrà l’Amministrazione celebrare momenti significativi e commoventi per la città.

Locri, 26/05/2022

Ufficio Stampa Città di Locri

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI