Sab. Lug 2nd, 2022

Scoperto in un palazzo dalla polizia dopo una telefonata al 113

 Si è introdotto nel palazzo dove abita una sua parente, nonostante gli fosse stato notificato un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare e di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa.

Per questo motivo, un uomo è stato arrestato da personale del Posto fisso di Tropea della Polizia in sinergia con la Squadra mobile di Vibo Valentia.


    Ad allertare la polizia è stata la telefonata al 113 di una donna che ha segnalato che l’uomo, già gravato dal provvedimento restrittivo, si era introdotto furtivamente nell’edificio.
    Quando gli agenti sono arrivati hanno trovato il soggetto nello stabile e lo hanno arrestato in flagranza di reato per la violazione dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. L’attività è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia diretta da Camillo Falvo. 

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI