Mer. Giu 29th, 2022

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, con Delibera n. 198/2022/CONS del 15/06/2022, ha sancito che l’Amministrazione comunale di Bovalino ha violato l’art.9 della Legge 22/02/2000 n. 28, in occasione dell’inaugurazione di due opere pubbliche durante la recente campagna elettorale. Oggi arriva la decisione dell’Agcom, visualizzabile nell’home page del comune dopo le denunce del movimento “Siamo Bovalino”.

Contrariamente a quanto affermato dal Sindaco in un post successivo alla nostra diffida, scrivono su facebook, l’AGCOM ha stabilito che quelle inaugurazioni andavano annoverate tra le attività di promozione politica di parte, poiché non si trattava di iniziative rientranti nella comunicazione in forma impersonale e non erano finalizzate all’efficace assolvimento delle funzioni istituzionali. E, soprattutto, non rispettavano la normativa vigente.

La legittima prerogativa di una delle liste in competizione, che ha segnalato la violazione di una norma di Legge, confermata pur tardivamente dall’Autorità preposta con l’allegato provvedimento, è stata definita come una “bassezza” capace di alterare il civile confronto elettorale. SiAMO BOVALINO, invece, aveva correttamente interpretato la norma.Dispiace che, anche in questa circostanza, abbiamo assistito al tentativo di mistificare l’inconfutabilità dei fatti e di ricondurli ad una mera e strumentale polemica. L’auspicio sincero è che vicende come questa possano stimolare delle riflessioni sulla necessità di tutelare, sempre, un corretto e costruttivo dibattito politico.

redazione@telemia.it

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI