Mer. Ago 10th, 2022

UN IMPORTANTE TRAGUARDO E’ STATO RAGGIUNTO, MA BISOGNA GARANTIRE UNA MANUTENZIONE CONTINUA E PUNTUALE.

Dopo ‘appena’ sei anni nella giornata di sabato 25 giugno l’importante arteria della dorsale jonica è stata riaperta. I lavori per la riapertura della Strada SP, tratto Locri-Gerace, sono finalmente giunti al termine.  Nonostante le manifestazioni di protesta dei Comuni di Locri e Gerace, le petizioni, la rabbia dei cittadini e di tutti gli attori coinvolti i lavori si sono svolti a rilento in tutto questo periodo, creando delle difficoltà notevoli al traffico veicolare di questo territorio. Era l’autunno del 2016 quando le piogge incessanti provocarono danni ingenti, in particolare all’arteria di collegamento con la costa Contrada Barbara, Contrada Puzzello, Scopatavole, ed in seguito San Filippo, per non contare anche le numerose interruzioni verso lo Zomaro che resero questa strada quasi impercorribile

Con la riapertura della SP 1 tratto Locri-Gerace si potrà raggiungere Gerace molto più velocemente rispetto alle altre due vie di collegamento che, in questi mesi, sono state utilizzate.

La SP1 è un collegamento strategico tra Gerace a Locri: con l’arrivo della stagione estiva i numerosi turisti potranno raggiungere più rapidamente uno dei Borghi più belli d’Italia e gli altri borghi collinari.

La CGIL Reggio Calabria-Locri, al di là delle polemiche per l’imbarazzante ritardo dei lavori, esprime la sua vicinanza ed il suo gaudio per la fine di questi lavori: è stata finalmente riconsegnata ai cittadini un’arteria strategica della circolazione. Si auspica che d’ora in poi questa strada sia trattata con più rispetto con una manutenzione ordinaria e straordinaria puntuale ed attenta. In generale, sono tanti gli interventi che dovrebbero essere fatti per non solo migliorare la viabilità delle strade, soprattutto di quelle provinciali, ma rendere ripercorribili tutte quelle strade che ad oggi non lo sono.

GREGORIO PITITTO

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI