Mar. Ago 16th, 2022

È mancanza di buon senso o , eccesso di furbizia?Potrebbe sembrare, agli occhi dei miei detrattori, che io abbia lasciato la toga per vestire i panni del necroforo cittadino,ma così non è.Oggi,recatomi al cimitero,ho notato su alcune tombe le due comunicazioni sottostanti, nella prima si sollecita un completamento della edicola funeraria, nella seconda il rinnovo della concessione cimiteriale.In entrambe le comunicazioni vi è la data del 19 5 2022,(quindi un mese è quasi spirato) tutti gli eredi dei defunti ivi tumulati hanno 60 giorni di tempo per provvedere, trascorso detto tempo, sarà la ditta che gestisce il nostro post mortem – a procedere con addebito di spese ai familiari superstiti.Ho fatto conto che il cimitero di Locri è frequentato giornalmente da 20/25 persone, sempre perlopiù le stesse, che si recano presso i loro cari,di queste persone almeno 15 hanno le tombe rifinite .Se i rimanenti frequentatori, diciamo 3500 /4000 ,si recano in occasione di feste o ricorrenze comandate,come fanno a sapere di questa diffida? Chi vive fuori Locri e arriva in città a tempo scaduto dovrà pagare costi imposti da qualche imprenditore dotato di scarso buon senso o, di esuberante furbizia?Mi appello alla amministrazione comunale,che come me e tanti altri,subisce regole contrattuali degne da regime dittatoriale, affinché fermi questa strage sociale.Pino Mammoliti

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI