Mer. Ago 10th, 2022

È stato inaugurato, lo scorso lunedì, nel plesso scolastico “Senatore Domenico Romano”, il secondo laboratorio di Informatica dell’Istituto comprensivo di Melicucco. L’aula multimediale, situata al primo piano della scuola primaria, è stata intitolata a Fausto Giuseppe Battaglia, ex insegnante di Melicucco rimasto nel cuore di coloro che hanno avuto l’onore di conoscerlo.

All’iniziativa erano presenti il dirigente scolastico, professoressa Maria Tigani, il primo cittadino, professore Francesco Nicolaci, il parroco, don Pasquale Galatà e il presidente del Consiglio d’Istituto, signora Antonietta Ciano Albanese. Ospiti d’onore dell’evento sono state due nipoti dell’insegnante, Veronica Rebecca Battaglia e Cristina Battaglia.

L’iniziativa è stata aperta dalla dirigente Tigani, la quale, nel fare gli onori di casa, ha descritto il laboratorio, costituito da dodici postazioni e da un monitor interattivo posizionato su carrello mobile. «Durante la pandemia abbiamo ideato, progettato e realizzato – ha informato la dirigente dell’IC Melicucco – un piccolo polo tecnologico avanzato che sarà a breve sede del test center Ecdl». La dirigente Tigani ha poi chiarito che la proposta di dedicare il laboratorio all’insegnante Battaglia, uomo che ha diffuso l’informatica all’interno della realtà scolastica di Melicucco, è stata avanzata dagli insegnanti che l’hanno conosciuto e stimato e condivisa all’interno del Collegio docenti.

La parola è poi passata al sindaco Nicolaci, che ha espresso parole di apprezzamento per i risultati che, giorno dopo giorno, la scuola riesce ad ottenere. «Oggi ai ragazzi non basta più solo un bravo insegnante – ha detto il primo cittadino – servono anche gli strumenti tecnologici e le strutture».

Il parroco, don Pasquale Galatà, ha lodato l’iniziativa ricordando che «i bambini che frequenteranno il plesso “Senatore Domenico Romano” acquisiranno sempre più strumenti da utilizzare nel proprio futuro».

Anche la presidente del Consiglio d’Istituto, signora Antonietta Ciano Albanese, ha voluto confermare la fiducia riposta dalle famiglie nella scuola, che riesce ad offrire servizi di qualità nonostante le scarse risorse disponibili.

Cristina Battaglia, nipote dell’insegnante, ha affermato: «Sono contenta ed emozionata nel sapere che il ricordo di mio zio sia rimasto impresso nei cuori della comunità scolastica di Melicucco. Lo testimonia che oggi avete confermato scegliendo di dedicargli il laboratorio di informatica».

Anche il maestro e collaboratore della Ds, Vincenzo Chindamo, ha portato la sua testimonianza, ricordando di aver condiviso con il compianto collega diverse esperienze, dai viaggi d’istruzione ai primi giornalini della scuola.

Tanti gli insegnanti presenti all’iniziativa, tra cui anche alcuni ex alunni del maestro Battaglia che l’hanno ricordato come uomo umile, riservato, sempre disponibile.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI