Sab. Ago 13th, 2022
Featured Video Play Icon

«Il commissario straordinario dell’Asp di Reggio Calabria Di Furia, comprendendo appieno le necessità urgenti presentate sul PO di Polistena, ha subito accolto le mie istanze sulla necessità di intervenire cominciando dal Pronto soccorso di Polistena e, con un tempismo perfetto, ha prontamente approvato con delibera il piano di intervento (con una spesa pari a circa 80 mila euro) per la realizzazione dei lavori di manutenzione urgenti finalizzati a ristabilire nell’immediato le condizioni adeguate dei locali del Pronto Soccorso del PO di Polistena, come da me richiesto in questi ultimi mesi. Non posso che ringraziare il nuovo Commissario dell’Asp reggina per la sensibilità dimostrata e sono certo che l’interlocuzione continuerà ad essere proficua per le prossime azioni poste già sul tavolo e finalizzate a migliorare l’offerta sanitaria provinciale, come già dimostrato per il progetto del nuovo reparto di oncologia di Locri che presenteremo nei prossimi giorni». Ad affermarlo è il senatore polistenese Giuseppe Auddino del Movimento 5 Stelle.

«A maggio – continua il senatore – il Comando dei Carabinieri, Nucleo Antisofisticazioni in Sanità “Nas”, ha effettuato una visita ispettiva nei locali del Pronto soccorso di Polistena e ha rilevato diverse criticità dal punto di vista strutturale-funzionale, criticità che segnalo da tempo e che hanno richiesto l’intervento urgente deliberato. I lavori riguarderanno il ripristino degli intonaci interni ammalorati e tinteggiatura di tutti gli ambienti, il rifacimento dell’intera pavimentazione, la segnaletica interna ed esterna, la dotazione di porte automatiche per la Camera Calda, un sistema di ventilazione puntuale per i locali segnalati dal Nas e la realizzazione di accesso separato al PS per i pazienti in presentazione autonoma. Il cronoprogramma prevede l’inizio dei lavori per giorno 4 luglio e la fine dell’intervento il 18 settembre, per un totale di 60 giorni lavorativi. A breve avremo un Pronto soccorso che rispetterà i requisiti minimi generali e specifici normativamente prescritti, in attesa della progettazione, da me sollecitata già da oltre un anno, e della realizzazione di una nuova struttura con i lavori di ampliamento in aderenza agli attuali locali, su cui insisto da tempo.

L’interlocuzione con la nuova dirigenza dell’Asp è continua e proficua, per cui continuerò a chiedere tutto il necessario per adeguare il PS e l’ospedale di Polistena ai moderni standard di sicurezza. L’ospedale di Polistena dovrà crescere e migliorare dal punto di vista strutturale, un obiettivo importante sul quale sto lavorando a partire dal Pronto Soccorso. Esso dovrà diventare il vero punto di forza del presidio ospedaliero e l’ospedale dovrà diventare un riferimento per tutti coloro che ne avranno bisogno, in modo da assicurare le più complete e adeguate cure, secondo i più moderni standard sanitari, senza doversi rivolgere necessariamente altrove, in attesa che i nuovi concorsi a tempo indeterminato programmati dall’Asp integrino gli organici del personale sanitario, in grande difficoltà a causa della carenza di medici ed infermieri».

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI