Gio. Dic 1st, 2022

Per il girone 11 si è giocato oggi il secondo turno di Coppa Italia provinciale tra Roccella e Cinquefrondese. Il risultato finale è di 2 a 0 a favore degli ospiti bianco celesti. Il primo tempo ha riservato pochissime occasioni con il Roccella a farsi vivo alla mezz’ora con un tiro da fuori di Oppedisano respinto da Gallo. Al 46º arriva la rete di Gliozzi bravo dal vertice dell’area con un tiro a giro a battere il portiere locale per l’uno a 0 che sancisce la fine del primo tempo.

Ripresa molto più vivace rispetto alla prima frazione con i locali che si fanno molto pericolosi prima con Sowe ma è pronto Gallo alla parata, poi con la punizione di Riso che trova pronto ancora una volta Gallo alla parata in tuffo.73′ Bruzzese si invola verso la porta anticipando il portiere che lo tocca e l’arbitro decreta il calcio di rigore. Sulla battuta si presenta Gliozzi il quale manda la palla sul palo. Lo stesso attaccante cinquefrondese ci riprova all’82’ ma è bravo Schiavello a farsi trovare pronto. Allo scadere del primo minuto di recupero lancio di Angiò, schizzata di testa di Ierino per l’inserimento di Gliozzi che con un delizioso pallonetto supera il portiere locale per il 2 a 0 finale.

Considerando il caldo e la giornata di fine agosto buona la gara di entrambe le squadre con una nota di merito per il giovane portiere Gallo della Cinquefrondese.

Il secondo turno per la fase di qualificazione in Coppa Italia, tra Roccella e Cinquefrondese, inserite nel Girone 11, finisce a favore dei pianigiani. Con due reti di Gliozzi, curiosamente siglati allo stesso minuto dei due tempi e nel recupero, 46esimo. Il primo con un beffardo tiro, pallonetto, dai venti metri e lateralmente con il portiere Schiavello fuori dai pali, il secondo su un ribaltamento di fronte, col Roccella proteso in avanti nel disperato tentativo di agguantare il pari. A tu per tu con il pipelet amaranto, in uscita, lo supera con un delizioso, nuovo, pallonetto. Gliozzi ha pure fallito un calcio di rigore. Il suo tiro al 28esimo della ripresa si stampa sul palo. Non tragga in inganno il risultato. Va evidenziato la buona prova della squadra di casa che paga, ovviamente, un notevole gap in termini di esperienza avverso gli ospiti. Primo tempo equilibrato con qualche piccola occasione per i ragazzi del tecnico Logozzo. Nel secondo conduce le danze il team di mister Squillace che colleziona tre, quattro palle gol sfruttate malamente, quasi tutte da capitan Marco Sorgiovanni. Il nuovo corso del Roccella inizia con una sconfitta ma la vera vittoria è finalmente vedere che v’è una solida organizzazione nella nuova stagione, dopo un anno di purgatorio, in Eccellenza e sette di paradiso in Serie D. Onori e meriti a chi mantiene in vita uno dei pochi sodalizi che in Calabria ha conosciuto, si, alti e bassi, ma mai morti e con resurrezioni clamorose. Conservato la data d’affiliazione: 1935. In particolare al patron Rocco Femia, senza il quale si sarebbe disperso un enorme patrimonio … sportivo, ancorchè, di ragazzi che stanno crescendo, soprattutto nella locale società di calcio giovanile Accademy. Squadra molto giovane che mettendoci dinamismo ed entusiasmo, può far tornare il tifoso al campo che negli ultimi mesi si era allontanato dal “Ninetto Muscolo”. Domenica, l’ultimo turno col Gioiosa. Entrambe devono fare tre gol, per superare la Cinquefrondese e proseguire in Coppa. Pino Gagliano

ROCCELLA: Schiavello, Bova, Lucà C., Darboe, Sgambelluri, Sowe, Oppedisano, Isaia, Sorgiovanni, Risso, Tapias. A disp.: Malfone, Calabrese, Carni, Chiera, Coluccio, Scali, Lucà A., Franco. All.: Giampiero Squillace.

CINQUEFRONDESE: Gallo, Panetta, Zerbi, Masaneo, Angiò, Audino, Ierinò, Coluccio, Attisano, Gliozzi, Bruzzese. A disp.: Furfaro, Durante, De Luca, Pagano, Clasadonte, Iaropoli, Ioppolo, Carbone, Lagamba. All.: Santo Logozzo.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email