Sab. Dic 3rd, 2022

E’ in arrivo l’ottobrata. E’ questa la novità che emerge oggi, in vista della prossima settimana che segnerà l’avvio del mese di Ottobre: l’anticiclone, con contributi ancora africani, si rafforzerà sempre di più, facendoci dimenticare l’intensa fase di forte maltempo che stiamo vivendo in questi giorni. Il nuovo mese si aprirà nel segno di una rinnovata stabilità atmosferica grazie ad una rimonta in grande stile dell’alta pressione oceanica che, dall’Atlantico, si allungherà su buona parte dell’Europa occidentale, Italia compresa. Tanto sole, dunque, su tutte le regioni entro la fine del weekend, eccezion fatta per l’estremo Sud dove saranno possibili gli ultimi rovesci temporaleschi provocati dal transito di un ultimo vortice depressionario in allontanamento verso l’Egeo. Da Domenica 2 e soprattutto da Lunedì 3 Ottobre l’anticiclone sposterà ulteriormente il suo asse verso Est, richiamando nel contempo aria decisamente più calda, direttamente dal Nord Africa. Ecco quindi che avremo una sorta di anticiclone ibrido, con contributi sia azzoriani, sia subtropicali, proprio come avviene solitamente durante l’estate.

In cosa consiste l’Ottobrata

Sarà così servita su un piatto d’argento la classica ottobrata: questo termine deriva dalle tradizionali feste romane che chiudevano il periodo della vendemmia nel mese di ottobre. Per celebrare il raccolto e la fine del duro lavoro, nelle giornate di giovedì e di domenica ogni famiglia organizzava una gita fuori porta (detta, per l’appunto, “ottobrata”) e così da ogni rione partivano dei carri adornati di campanacci, su cui sedevano le ragazze (con in testa la “bellona” del gruppo). Il resto della comitiva seguiva a piedi il carro fino alla destinazione. In altre parole, dal punto di vista meteorologico, l’ottobrata indica un periodo, tipico del mese di Ottobre, durante il quale l’alta pressione domina per diversi giorni sul Mediterraneo centrale provocando, di conseguenza, condizioni di stabilità atmosferica un clima più tardo estivo che autunnale. Per il resto della settimana spazio dunque al sole e soprattutto a un deciso aumento delle temperature, specie al Centro-Sud e sulle due Isole maggiori, con valori che durante le ore più calde potrebbero schizzare fin quasi verso i 25°C, specie a Roma e Napoli. Queste particolari condizioni meteo dovrebbero accompagnarci quanto meno fino al successivo weekend, con una prevalenza dunque di cieli sereni e con temperature sopra le medie climatiche di riferimento.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email