Gio. Dic 1st, 2022
Featured Video Play Icon

La storia di Rossella che a soli 24 anni dirige l’Ufficio Postale di Careri (RC)

Nei primi sei mesi del 2022, nella provincia di Reggio Calabria, l’Azienda ha formalizzato 16 assunzioni tra operatori di sportello e consulenti finanziari. I neo assunti andranno a rafforzare i team di lavoro dei 163 Uffici Postali del territorio continuando così a garantire una presenza costante e qualificata. Poste Italiane continua a dedicare particolare attenzione alle persone e ad investire nel capitale umano in coerenza con il piano industriale “2024 Sustain & Innovate”. L’età media dei dipendenti del Gruppo è scesa da 49,7 anni nel 2017 a 49,2 anni nel 2020 e grazie a questi interventi di inserimento resterà stabile fino al 2024. Un ruolo centrale sarà giocato dal reskilling dei dipendenti che saranno formati alle nuove professionalità e riqualificati internamente per garantire la competitività richiesta dal mercato, con l’obiettivo di favorire nel tempo una cultura orientata al cambiamento. Cresce anche la percentuale di donne dal 54% del 2017 al 55% del 2020 al 56% atteso nel 2024.

Rossella Cirillo, classe ‘97, è entrata a far parte della famiglia di Poste Italiane a giugno del 2022. Laureata presso l’Università della Calabria a Cosenza, vive a Feroleto della Chiesa. Attualmente ricopre il ruolo di responsabile dell’Ufficio Postale di Careri, in provincia di Reggio Calabria. Rossella a soli 24 anni è la dipendente più giovane della Calabria con un incarico di responsabilità.

Rossella Cirillo, classe ‘97, è entrata a far parte della famiglia di Poste Italiane a giugno del 2022. Laureata presso l’Università della Calabria a Cosenza, vive a Feroleto della Chiesa. Attualmente ricopre il ruolo di responsabile dell’Ufficio Postale di Careri, in provincia di Reggio Calabria. Rossella a soli 24 anni è la dipendente più giovane della Calabria con un incarico di responsabilità, la Cirillo ha affermato “La mia sede di lavoro è Careri, un piccolo comune di circa 2000 abitanti, qui, oltre ad essere Operatore di Sportello ricopro la figura di Direttrice, non ho particolari aneddoti da raccontare, ma ciò che mi ha stupito sin dall’inizio è la visione che la comunità locale ha, ancora oggi, dell’impiegato di Poste Italiane, ossia una persona di famiglia, da coccolare. Ho avuto un’accoglienza fantastica.  È stato interessante vedere lo stupore con cui mi guardano alcuni clienti dopo aver scoperto la mia età, capisco in effetti, che non è così frequente incontrare una ragazza così giovane che ricoprire un ruolo così importante. Spesso i più anziani mi chiedono una mano, incuriositi, dalla moltitudine di servizi digitali che offriamo. “

Poste Italiane

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email