Gio. Dic 1st, 2022
Featured Video Play Icon

Versace, Reggio e Messina finalmente unica visione sviluppo

“Prende il via oggi uno straordinario percorso condiviso che vede Reggio e Messina al centro di un’unica visione di sviluppo.

Un cammino sancito con la firma del protocollo tra le due Città metropolitane qualche settimana fa e che oggi abbiamo avuto l’onore di inaugurare ufficialmente in questo suggestivo contesto”.

È quanto affermato dal Sindaco ff della Città metropolitana di Reggio Calabria Carmelo Versace, in apertura della Biennale dello Stretto a Campo Calabro negli spazi espositivi di Forte Batteria Siacci.
    Un evento che si svilupperà fino al 15 dicembre e che sarà possibile visitare tutti i fine settimana. Presenti fra gli altri il sindaco ff di Reggio Paolo Brunetti, il vicesindaco di Messina Francesco Gallo, il Sindaco di Campo Calabro Alessandro Repaci, i curatori della mostra Alfonso Femia e Francesca Moraci, Mariangela Cama del coordinamento generale La Biennale dello Stretto e il rettore Università Mediterranea Giuseppe Zimbalatti.
    “La vera sfida oggi – ha aggiunto Versace – è fare in modo che questo non sia solo un evento ma un vero e proprio appuntamento da ripetere nel tempo e soprattutto un punto di riferimento da mettere a disposizione del territorio e della comunità dello Stretto. Abbiamo tutte le carte in regola per realizzare tutto ciò grazie in particolare allo straordinario team che sta dietro alla Biennale e ad un rinnovato orientamento operativo che sta caratterizzando le istituzioni locali tra le die sponde dello Stretto”. Soddisfazione è stata espressa anche da Brunetti “per un risultato che suggella in modo brillante un cammino che va avanti da 4 anni. La Biennale è un’iniziativa ricchissima di contenuti che toccano da vicino tutti i temi dello sviluppo che riguardano Reggio, Messina e più in generale la grande comunità dell’area dello Stretto. Pensiamo soltanto al tema dell’acqua e a tutto il dibattito che è in atto a livello mondiale per un uso consapevole di questa preziosa risorsa.
    Acqua che non è solo elemento vitale ma anche fattore di unione e collaborazione come dimostra la storia millenaria di Reggio e Messina. La mostra è bellissima, in uno scenario mozzafiato e all’interno di un luogo completamente riqualificato. Invito tutti a visitarla”. 

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email