Gio. Dic 1st, 2022
Featured Video Play Icon

Una ‘ndrangheta «silente, ma più che mai pervicace nella sua vocazione affaristico-imprenditoriale, nonché costantemente leader nel narcotraffico»: è l’immagine che emerge dalla relazione della Direzione Investigativa Antimafia, riferita al secondo semestre 2021, dove «le cosche calabresi continuano a presentarsi quale potenziale minaccia su larga scala ai tentativi di ripresa». Secondo il documento, la ‘ndrangheta – in un duro contesto economico-sociale legato anche agli effetti della pandemia Covid – si propone agli imprenditori «in crisi di liquidità offrendo forme di sostegno finanziarie parallele e prospettando la salvaguardia della continuità aziendale con l’obiettivo, invero, di subentrarne negli asset proprietari e nelle governance».

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email