Gio. Nov 30th, 2023

Bevacqua: “Le considerazioni del Professor Remuzzi rafforzano quanto da noi sostenuto: serve mettere al centro la sanità pubblica”

Continua dopo la pubblicità...


Testata
RistoroViandante
AmaCalabria
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

“Le considerazioni  del Professore Remuzzi, apprezzato e riconosciuto professionista nel suo campo,  le ho trovate assolutamente condivisibili e contenenti un’analisi realistica e nello stesso tempo preoccupante. Come era inevitabile non sono il solo ad aver preso posizione contro il Dca n. 105 del 3 aprile, il provvedimento cioè che ha regolarizzato e standardizzato l’extrabudget alla strutture sanitarie private concedendo, in prospettiva, un sempre maggiore spazio di manovra al privato accreditato”. A sostenerlo è il capogruppo del Pd in Consiglio regionale Mimmo Bevacqua che prosegue: “Il Professor Remuzzi ricorda, infatti, come sia paradossale un sistema dove il privato venga sostenuto per il 90% da risorse pubbliche. Una posizione molto differente rispetto a quanto sostenuto dall’avvocato Paolini che, in un’intervista tesa a sponsorizzare l’operato di Occhiuto, ha dimenticato di dare una occhiata a quanto sta accadendo in Molise, con vere e proprie eccellenze come Gemelli e Neuromed che rischiano di fallire perché produttrici di eccessivo extrabudget. Produzioni extra che il commissario e presidente della Regione Toma (compagno di partito di Occhiuto) non riconosce perché considera fuori dalle regole e a danno della sanità pubblica”.

“In Calabria buona parte delle strutture private calabresi erogano servizi accessori”

“E in Molise – prosegue Bevacqua – parliamo di eccellenze che erogano servizi salvavita. Una situazione assai diversa rispetto a quella che riscontriamo in Calabria dove una buona parte  delle strutture private calabresi erogano servizi accessori e per di più in costante extrabudget. Situazione che, adesso, Occhiuto vuole riconoscere definitivamente, concedendo quello che può considerarsi il vero colpo mortale alla sanita pubblica. Compito della politica invertire il trend – conclude Bevacqua – rimettendo al centro dell’agenda regionale il Servizio Sanitario Nazionale con la riorganizzazione territoriale e le risorse necessarie per contratti attrattivi per i giovani e per le eccellenze calabresi all’estero».

calabria 7

Print Friendly, PDF & Email