Sab. Apr 20th, 2024

Il presidente della Regione è intervenuto al Forum ‘Verso Sud: La strategia europea per una nuova stagione geopolitica, economica e socioculturale del Mediterraneo’ in corso a Sorrento

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

“Devo esprimere la mia riconoscenza a The European House Ambrosetti per aver contribuito a modificare il paradigma della discussione sul Mezzogiorno, che spesso è stato rappresentato nella comunità nazionale soltanto come un luogo di problemi. Oggi invece cominciamo a parlarne anche come luogo di opportunità e di investimenti nazionali e internazionali. Un luogo di opportunità non solo per le regioni del Sud ma per il Paese e per l’Europa”. Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, intervenendo al Forum ‘Verso Sud: La strategia europea per una nuova stagione geopolitica, economica e socioculturale del Mediterraneo’, in corso a Sorrento e realizzato da The European House – Ambrosetti.

“Il Sud può candidarsi a essere hub dell’Europa”

“Questo – ha aggiunto Occhiuto – perché il Sud Italia può davvero candidarsi ad essere l’hub dell’Europa sul Mediterraneo, in grado anche di interloquire con i Paesi della sponda Sud del Mediterraneo. Quindi non solo un hub energetico, ma anche un luogo cruciale per il commercio internazionale. Io lo sto vivendo sotto i miei occhi perché la mia Regione ospita il primo porto d’Italia, quello di Gioia Tauro, che fa 3,5 milioni all’anno di movimentazione di container. Oggi ancora non produce ricchezza in Calabria perché è un porto di transhipment ma è un asset logistico straordinario in questo nuovo scenario internazionale”.

Attività di governo in chiave moderna

Secondo Occhiuto “se le regioni del Sud sanno interpretare l’attività di governo in chiave moderna, e non meramente rivendicativa, possono vivere le stesse condizioni di crescita che hanno avuto le Regioni del Nord nei decenni passati. La coesione si realizza non solo attraverso la spesa produttiva del governo nazionale e dell’efficacia delle risorse dell’Unione europea, ma anche con una visione in grado di creare sviluppo. Noi lo stiamo facendo”, ha sottolineato il governatore.

“Serve una classe dirigente con onestà intellettuale”

Occhiuto ha proseguito: “Ho sempre molta difficoltà a smentire il presidente Emiliano, ma non credo che abbia ragione quando dice che ci sia l’intenzione da parte del governo di dirottare verso altri lidi le risorse dell’Fsc. Le risorse destinate alle Regioni devono essere spese in quelle Regioni. Dobbiamo però dimostrare di essere una classe dirigente che abbia onestà intellettuale. Sulla spesa ci sono dei problemi strutturali da affrontare, ma le risorse ci sono. Inoltre giudico come un fatto positivo che ci sia un unico ministro, Fitto, che si occupi di tutti gli strumenti di finanziamento e programmazione. Certo, anche io vorrei che questo lavoro di ricognizione dei programmi di spesa che sta facendo il ministro fosse rapportato ai dati attuali, e vorrei anche si passasse presto alla fase operativa dell’accordo con le singole Regioni. Ma confido che a questa fase ci si arrivi da qui a qualche giorno”, ha sottolineato il governatore Occhiuto.

calabria 7

Print Friendly, PDF & Email