Gio. Feb 22nd, 2024

A Roccella Jonica, nei giorni scorsi, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio volti alla prevenzione e contrasto di attività illecite da parte dei carabinieri dell’Arma reggina, la cui presenza sul territorio risulta capillare e costante, i militari della locale stazione hanno arrestato due uomini con l’accusa di incendio e combustione illecita di rifiuti. 

Continua dopo la pubblicità...


Calura
Testata
AmaCalabria-Banner22-23Febbraio
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

In particolare, la pattuglia dell’Arma, attirata dal fumo denso e da fiamme propagatesi nell’area rurale di Contrada Lacchi, hanno sorpreso un 27enne e un 30enne del posto mentre si davano alla fuga dopo aver dato alle fiamme un accumulo di vari materiali, tra cui alcuni rifiuti speciali quali filtri di auto, bidoni di vernice e pneumatici.

La zona è stata messa in sicurezza dai Vigili del Fuoco che hanno provveduto a estinguere l’incendio, mentre i due giovani, le cui responsabilità dovranno essere successivamente accertate nelle opportune sedi giudiziarie, sono stati dichiarati in stato d’arresto.

Un evento, che ancora una volta testimonia l’importanza dalla presenza costante e attenta dell’Arma reggina sul territorio, il cui ruolo imprescindibile è quello delle stazioni carabinieri che assicurano la continua assistenza e disponibilità anche nelle zone impervie della provincia reggina.

Trattandosi di provvedimento in fase di indagini preliminari, rimangono salve le successive determinazioni in fase dibattimentale.

Print Friendly, PDF & Email