Gio. Feb 22nd, 2024

Cianferoni: “la sentenza è significativa sotto il profilo di una lettura secondo materialità e offensività del reato associativo mafioso”

“La decisione di oggi è il frutto compiuto delle Sezioni Unite Madaffari”: così l’Avv. Luca Cianferoni, che con i colleghi Mara Campagnolo, Antonio Papalia, Giacomo Iaria e Nicola Rao ha difeso Domenico Bellocco cl. 80, Umberto Bellocco cl. 91 e Domenico Scandinaro, ha commentato la Sentenza emessa oggi 28 giugno dalla seconda sezione della Corte di Appello di Reggio Calabria, di assoluzione ampia ovvero di drastico ridimensionamento della responsabilità dei ridetti imputati, con immediata scarcerazione.

Continua dopo la pubblicità...


Calura
Testata
AmaCalabria-Banner22-23Febbraio
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Anche Domenico Bellocco cl. 76, difeso dagli Avvocati Luca Cianferoni e Mariangela Borgese, è stato assolto dalla imputazione partecipativa apicale prevista dall’art. 416 bis cp, ma la pena è stata confermata con riferimento alla concorrente ipotesi associativa ex art. 74 dpr 309/90.

“La sentenza – continua l’Avv. Cianferoni – è realmente significativa sotto il profilo di una lettura secondo materialità e offensività del reato associativo mafioso, come prescritto dalle Sezioni Unite Modafferi appunto. In attesa della motivazione, può tuttavia ritenersi sin da adesso che anche per la ipotesi associativa ex art.74 dpr 309/90 siano molti i profili meritevoli di ricorso in sede di legittimità”.

strettoweb

Print Friendly, PDF & Email